mercoledì 31 dicembre 2014

RICETTE DELLE FESTE - parte terza

Si conclude la carrellata delle ricette natalizie "impossibili" con... il pandoro! Su di lui avevo quasi messo una pietra sopra... di consistenza troppo diversa o con un sapore di lievito troppo forte, mi era passata la voglia di riprovare.
Quest'anno ho però scoperto il gruppo facebook "Ricette Deglutinate per tutti, da tutti, creato da DonnaLucia", dove lei pubblica le sue fantastiche ricette. Tra le altre, c'è anche quella di un pandoro, che tutti quelli che hanno provato a realizzarlo hanno definito strepitoso... come fare a non testarlo? E avevano ragione! Soffice e buono, con un vero sapore di pandoro!!!
Io l'ho anche farcito per renderlo più goloso, per farne un bel dolce per chiudere la cena della Vigilia!


PANDORO SENZA GLUTINE FARCITO CON NUTELLA E CIOCCOLATO BIANCO



INGREDIENTI:
Per il lievitino
100 g Preparato senza glutine per pane Nutrifree
100 g acqua
12 g lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele d'acacia
Per l'impasto
tutto il lievitino
150 g Preparato senza glutine per pane Nutrifree
70 g latte in polvere (certificato senza glutine)
60 g fecola di patate (certificata senza glutine)
125 g burro a pomata
110 g zucchero semolato
5 g xantano
5 uova a temperatura ambiente
40 g burro di cacao o cioccolato bianco (certificato senza glutine)
50 g miele d'acacia
10 g rhum
1 bacca di vaniglia
Scorsa di 1 limone e scorza di 1 arancio grattugiate (fatte macerare tutta la notte nel rhum, poi frullate fino a ridurle in pasta)
un pizzico di sale
burro e farina senza glutine per lo stampo
Per la farcitura e la decorazione
500 g Nutella
200 g cioccolato bianco (certificato senza glutine)
ciliegine candite
lamelle di mandorle


Per il lievitino
Far sciogliere il lievito con il miele in acqua tiepida, versare nella farina e mescolare bene.
Far lievitare fino al raddoppio (almeno 3 ore).

Per l'impasto
Mettere nella planetaria le farine, lo xantano, il latte in polvere e miscelarle.
Aggiungere le uova e impastare per almeno 5 minuti.
Nel frattempo, montare il burro con lo zucchero semolato, le scorze, il sale, il rhum, il burro di cacao (o il cioccolato bianco) grattugiato e il miele.
Aggiungere questa miscela, molto lentamente, al composto di farine e uova e impastare energicamente, per ultimo aggiungere il lievitino e continuare ad impastare per 5 minuti.
Imburrare e infarinare lo stampo del pandoro.
Mettere l'impasto nello stampo e pressare in modo da compattare bene la pasta.
Lasciar lievitare per almeno 3 ore nel forno spento a 30°C con dentro un pentolino d'acqua.
Infornare nel ripiano più basso del forno a 160°C per 45 minuti, sempre col pentolino d'acqua dentro.
Una volta sfornato, lasciarlo intiepidire nello stampo, dopo, sformarlo e lasciarlo raffreddare completamente prima di farcirlo e decorarlo.

Per la farcitura e la decorazione
Tagliare il pandoro a fette orizzontali e farcire ogni strato con la Nutella.
Ricomporre il pandoro mettendo le punte sfalsate.
scioglere a bagnomaria o al microonde il cioccolato bianco, poi farlo colare sul pandoro.
Decorare con ciliegine candite e lamelle di mandorle.


ENGLISH VERSION:

...Coming soon...

lunedì 29 dicembre 2014

RICETTE DELLE FESTE - parte seconda

Altra ricetta natalizia "impossibile"... ho provato diverse volte a preparare il panettone senza glutine, ma senza mai raggiungere un risultato per me soddisfacente. Però non volevo arrendermi ai panettoni confezionati. Quest'anno ho deciso di provare questa ricetta di Felix...sa proprio di panettone!!! Che buono!!! Le sue ricette sono sempre una garanzia di successo! Bello e buono! L'ho confezionato con un foglio di plastica trasparente e un bel fiocco...pensate che al pranzo di Natale nessuno credeva che l'avessi fatto io!!!


PANETTONE A BIGA SENZA GLUTINE



Biga

INGREDIENTI:
100 g farina senza glutine per dolci lievitati Molino Dalla Giovanna
100 g acqua
4 g lievito di birra fresco

Sciogliere il lievito nell'acqua unire la farina e mescolare con una forchetta. 
Tappare la ciotola e fare maturare a temperatura ambiente da un minimo di 12 ore ad un massimo di 18 circa.


1° impasto
tutta la biga
216 g farina senza glutine per dolci lievitati Molino Dalla Giovanna
1 uovo intero più 1 albume
80 g zucchero
100 g acqua
84 g burro morbido a temperatura ambiente

Nell'impastatrice versare la biga matura, lo zucchero, la farina ed un uovo, iniziare ad impastare e fare assorbire bene l'uovo, poi unire l'albume e l'acqua e sempre con l'impastatrice in movimento aggiungere il burro un pezzetto alla volta facendo in modo che questo venga assorbito per bene.
Ciò significa che l'impastatrice deve lavorare a una certa velocità, finché non vedete che il burro è scomparso e l'impasto si presenta bene omogeneo.
Far riposare questo impasto 12 ore esatte.


2° impasto

Tutto il 1° impasto
88 g farina senza glutine per dolci lievitati  Molino Dalla Giovanna
70 g zucchero
2 uova intere
4 g sale
30 g miele
33 g acqua
84 g burro
110 g uvetta sultanina ammollata, asciugata ed infarinata (con la farina di riso)
70 g arancia candita a dadini
i semini di una bacca di vaniglia

A tutto il primo impasto unire la farina, lo zucchero, un uovo ed iniziate ad impastare facendo assorbire bene l'uovo, poi unire l'altro uovo e quando sarà stato bene assorbito, aggiungere il miele sciolto nei 33 g di acqua. 
Sempre con l'impastatrice in funzione iniziare ad aggiungere il burro facendolo assorbire per bene e solo quando l'impasto si presenta ben omogeneo unire il sale.
A velocità minima aggiungere gli aromi: l'arancia candita, la vaniglia e l'uvetta.
Versare l'impasto dentro lo stampo da 1 kg (o 2 stampi da 500 g) e sbattere bene in modo da avere un composto livellato uniforme e senza vuoti d'aria dentro.
Coprire con pellicola trasparente e far lievitare l'impasto in forno spento con solo la lucina accessa per circa 9 - 10 ore.
Portate a cottura da forno freddo a 150° per 1 ora e 20 minuti circa.
Infilzarlo ed appenderlo ad asciugare capovolto.



ENGLISH VERSION:

...Coming soon...

venerdì 26 dicembre 2014

RICETTE DELLE FESTE - parte prima

Inizia la carrellata di ricette cucinate per queste feste. In verità non ho cucinato molto... per la prima volta dopo 10 anni di matrimonio niente pranzo di Natale da me...sono stata invitata!!! Ho preparato però qualche antipasto ormai di tradizione (patè, cake alle cipolle, cake con fichi secchi e rosmarino) e ho testato qualche nuova ricetta, soprattutto per me (pandoro e panettone!!!) e per la nostra cenetta a 3 della Vigilia. Quello che vi presento oggi è stato il nostro antipasto...

Ho sempre guardato con ammirazione quei bei panettoni gastronomici (ahimè, tutti con glutine) farciti con ogni bontà...pensando che non avevo ancora la ricetta giusta per una preparazione del genere in versione gluten free. Quando ho visto però questa ricetta mi sono detta: "Da provare per questo Natale!!!". 
Per la base ho seguito pari pari la ricetta...ottima!!!!
Per la farcitura ho creato un mix di gusti tutto mio, prendendo idee qua e la (Knam, Prova del Cuoco...) e componendo la mia versione.
Avrei voluto fare una foto anche all'interno... ma non ho fatto in tempo! L'hanno mangiato tutto!!!


PANETTONE GASTRONOMICO SENZA GLUTINE




INGREDIENTI:

Per la biga
75 g Preparato senza glutine per pane Nutrifree
80 g latte
3 g lievito di birra fresco

Per l’impasto

200 g Preparato per dolci lievitati senza glutine Molino Dallagiovanna
20 g zucchero
4 g sale
135 g latte
2 uova medie
1 cucchiaino miele
40 g burro a pomata
3 g lievito di birra fresco

Per la farcia

250 g formaggio spalmabile (certificato senza glutine)
pepe bianco macinato al momento
salmone affumicato
datteri
aneto
pesce spada affumicato
mango
uova di salmone
lime
rucola


Per la biga (ore 20,00):

Mescolare in una ciotola la farina con il lievito e il latte togliendo i grumi.
Coprire e mettere in frigo tutta la notte.

Per l’impasto (ore 07,00):

Versare nella ciotola dell’impastatrice la biga, la farina, lo zucchero, il miele e aggiungere un uovo per volta usando l’accessorio foglia.
Versare il latte a filo e aspettare che venga incorporato prima di versarne altro.
Quando la massa risulterà ben amalgamata, aggiungere il burro a pomata e il sale.
Quando tutto sarà stato incorporato, versare l’impasto in uno stampo da panettone da 500 g.
Livellare la superficie, coprire con la pellicola trasparente e lasciare che la pasta raggiunga il bordo superiore, ci vorranno circa 4 o 5 ore.
Scaldare il forno a 180° e cuocere il panettone per 40 minuti.
Infilzare il panettone alla base, capovolgerlo e lasciar raffreddare.
Tagliare il panettone freddo in 8 dischi e procedere alla farcitura:
1° strato
Spalmare del formaggio sulla base e cospargere di pepe.
Coprire con salmone affumicato i datteri a pezzettini e l'aneto tritato.
Spalmare leggermente l'altro disco di pane con il formaggio e chiudere.
2° strato
Spalmare del formaggio sulla base e cospargere di pepe.
Coprire con pesce spada affumicato e il mango a fettine sottili.
Spalmare leggermente l'altro disco di pane con il formaggio e chiudere.
3° strato
Spalmare del formaggio sulla base e cospargere di pepe.
Coprire con le uova di salmone e una spruzzata di lime.
Spalmare leggermente l'altro disco di pane con il formaggio e chiudere.
4° strato
Spalmare del formaggio sulla base e cospargere di pepe.
Coprire con salmone affumicato e la rucola.
Spalmare leggermente l'altro disco di pane con il formaggio e chiudere.
Tagliare ogni strato in 6 spicchi, poi ricomporre il panettone.


ENGLISH VERSION:

...Coming soon...

martedì 16 dicembre 2014

RED VELVET CUPCAKES CON IL VESTITINO NATALIZIO

Era da tanto tempo che volevo cimentarmi nella preparazione di una red velvet, ma ho sempre rimandato perché non trovavo il colorante rosso giusto o la ricetta che mi convinceva pienamente.
Poi ho trovato entrambi...e non ho avuto più scuse! E visto che mancano 10 giorni a Natale ho pensato di "vestirli per l'occasione", con zuccherini e decori natalizi.
La ricetta originale l'ho presa da QUI.


RED VELVET CUPCAKES


INGREDIENTI per 15 cupcakes:
Per i cupcakes
160 g farina di riso sottilissima (certificata senza glutine)
60 g fecola di patate (certificata senza glutine)
30 g maizena (certificata senza glutine)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 g cacao amaro (certificata senza glutine)
110 g di burro morbido
300 g di zucchero
3 uova medie
1 cucchiaio di colorante rosso (certificata senza glutine)*
240 ml yogurt bianco naturale
1 cucchiaino da caffè di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato
Per il frosting
300 g di formaggio cremoso tipo Philadelphia
75 g di zucchero a velo (certificata senza glutine)
250 g di cioccolato bianco (certificato senza glutine)
zuccherini colorati (certificati senza glutine) -facoltativi-

*Io ho usato QUESTO...fantastico!!!! Dona un bellissimo colore rosso che non si perde in cottura!


Per i cupcakes
In un recipiente mescolare le farine, il sale e il cacao.
In un'altra ciotola capiente montare per 2-3 minuti il burro, quindi aggiungere lo zucchero e montare per altri 3 minuti. 
Aggiungere una alla volta le uova medie e montare per 30 secondi dopo ogni aggiunta.
A parte mescolare il colorante rosso con  lo yogurt e aggiungerlo gradualmente al composto di burro e uova alternandolo con le farine. 
Procedere poco per volta continuando a montare e alla fine aggiungere l'estratto di vaniglia e amalgamare.
Versare in una tazzina l'aceto e il bicarbonato, mescolare brevemente e versare il tutto nell'impasto, amalgamando bene con una spatola.
Versare l'impasto nei pirottini da cupcake e cuocere a 175° per 20-25 minuti.
Far raffreddare bene prima di decorare.



Per il frosting
In una ciotola lavorare per 2 minuti con le fruste elettriche il formaggio cremoso e lo zucchero a velo.
Far fondere al microonde il cioccolato bianco.
Quando sarà morbido, mescolare brevemente con un cucchiaio per eliminare eventuali grumi, quindi versare nel composto di formaggio e amalgamare bene.
Mettere il frosting in una sac-a-poche e decorare la superficie dei cupcakes, poi cospargere di zuccherini colorati.



ENGLISH VERSION:

It was a long time since I wanted to try a red velvet, but I always put off because I could not find the red color or the recipe that convince me fully.
Then I found both...and I had no more excuses! And since there is 10 days before Christmas I decided to "dress them for the occasion," with sugar and Christmas decorations.
I found the original recipe HERE.


RED VELVET CUPCAKES


INGREDIENTS for 15 cupcakes:
For the cupcakes
160 g thin rice flour (certified gluten-free)
60 g potato flour (certified gluten-free)
30 g cornstarch (certified gluten-free)
1/2 teaspoon salt
8 g cocoa powder (certified gluten-free)
110 g soft butter
300 g of sugar
3 medium eggs
1 tablespoon of red color (certified gluten-free) *
240 ml natural yoghurt
1 teaspoon vanilla extract
1 tablespoon white vinegar
1 teaspoon baking soda
For the frosting
300 g of cream cheese like Philadelphia
75 g of powdered sugar (certified gluten-free)
250 g white chocolate (certified gluten-free)
colored sugar (certified gluten) -optional-

* I used THIS ... fantastic !!!! Gives a beautiful red color that is not lost in cooking!


For the cupcakes
Mix the flour, salt and cocoa in a bowl.
In another large bowl mount the butter for 2-3 minutes, then add the sugar and beat for another 3 minutes.
Add the eggs, one at a time, and mix for 30 seconds after each addition.
Mix the red color with yogurt and add gradually to the butter mixture alternately with flour and eggs.
Proceed gradually continuing to mount and then add the vanilla extract and mix.
Pour vinegar and baking soda  into a small cup, stir briefly and pour in the mixture, mixing with a spatula.
Pour the batter into a cupcake mold and bake at 175°C for 20-25 minutes.
Let it cool thoroughly before decorating.

For the frosting
Whisk the cream cheese and powdered sugar in a bowl for 2 minutes with electric mixer.
Melt white chocolate in the microwave.
When it is soft, stir briefly with a spoon to remove any lumps, then pour into the cheese mixture and mix.
Put the frosting in a sac-a-few and decorate the cupcakes, then sprinkle with colored sugar.

martedì 9 dicembre 2014

ARRIVA IL FREDDO...

Arriva l'inverno...voglia di caminetto acceso, di relax, di poltrire al caldo sotto le coperte...e anche voglia di cibi più ricchi e "corposi", come questo primo/piatto unico perfetto per le giornate fredde!


CRESPELLE CON FUNGHI, PROSCIUTTO COTTO E MELISSA




INGREDIENTI per 8 crespelle:
Per le crespelle
130 g farina senza glutine (io ho usato il Mix C Shar)
2 uova
250 g latte
1 noce di burro
1 pizzico di sale
Per il ripieno
50 g emmental
1 tuorlo
50 g funghi secchi
1 mazzetto di melissa
qualche foglia di erba cipollina
8 fette prosciutto cotto
Grana Padano grattugiato
qualche fiocchetto di burro
Per la besciamella
20 g farina senza glutine
250 ml latte
20 g burro
un pizzico di sale
noce moscata q.b.



Per le crêpes (ricetta di Felix)

Per avere un composto liscio e senza grumi il consiglio è quello di unire il latte in due tempi: mescolare con una frusta i primi 125 g latte e la farina, appena il composto sarà liscio, unire le uova, e amalgamare, unire i restanti 125 g e completare con il sale ed un pizzico di noce moscata.
Far riposare per 1 ora.
Scaldare un padellino antiaderente e ungerlo con pochissimo burro (solo per la prima).
Cuocere le crêpes e tenerle da parte.

Per la besciamella
Far sciogliere il burro a fuoco basso, successivamente aggiungere la farina e continuare a cuocere a fuoco lento, infine unire il latte, la noce moscata ed il sale, continuando a mescolare fino a quando raggiunge una consistenza cremosa.

Per il ripieno
Aggiungere alla besciamella calda l'emmental a dadini e far sciogliere.
Unire il tuorlo d'uovo, la melissa e l'erba cipollina tritate e tenere da parte.
Far rinvenire i funghi secchi in acqua bollente per alcuni minuti, quindi scolarli bene, tagliarli a pezzetti e unirli alla salsa alla melissa.
Porre su ogni crespella una fetta di prosciutto cotto, quindi farcire con la salsa ai funghi. 
Piegare a metà e porre su una teglia imburrata, coprire con Grana grattugiato e fiocchetti di burro e gratinare in forno per 15 minuti.



ENGLISH VERSION:

Winter is coming... here you are a recipe perfect for cold days!


MUSHROOMS, HAM AND MELISSA CREPES


INGREDIENTS for 8 crêpes:
For the crêpes (Felix's recipe)

130 g gluten free flour (I used Mix C Shar)
2 eggs
250 g milk
1 knob of butter
1 pinch of salt
For the filling
50 g emmental
1 egg yolk
50 g dried mushrooms
1 bunch of melissa
a few leaves of chives
8 slices ham
Grana Padano
some butter
For the sauce
40 g gluten free flour
500 ml milk
40 g butter
a pinch of salt
nutmeg


Prepare the crêpes (Felix's recipe)
To have a smooth and without lumps batter, add the milk in two steps: with a whisk stir 125 g of milk and flour until you'll have a smoothmixture, add the eggs, mix, add the remaining 125 g, salt and a pinch of nutmeg.
Let rest for 1 hour or ven more.
Heat a nonstick frying pan and grease it with a little butter (just for the first).
Cook the crêpes and keep aside.

Prepare the bechamel sauce
Melt the butter over low heat, then add the flour and continue to cook over a low heat, add the milk, nutmeg and salt, continuing to stir until it reaches a creamy consistency. 

For the filling
Add hot sauce to the emmental diced, to dissolve.
Add the egg yolk, melissa and chopped 
chives, set aside.
Soak the dried mushrooms in boiling water for a few minutes, then drain them well, cut them into small pieces and add to the sauce.
Place a slice of ham on each crepe, then fill with the mushroom sauce.
Fold in half and place on a greased baking sheet, cover with grated Grana Padano and butter and grill in the oven for 15 minutes.

lunedì 10 novembre 2014

NUOVA SETTIMANA, NUOVO DOLCE

Dopo un weekend un tantinello impegnativo (ma molto gratificante) tra corsi di cucina e pittura, cosa c'è di meglio per iniziare una nuova settimana di un bel dolce soffice e profumato???!!!
Farina d'avena gluten free... ho già parlato altre volte di questo ingrediente un po' controverso.
La ricetta originale da cui ho tratto la mia versione di questa torta la trovate QUI, bellissimo blog, bellissime ricette!


TORTA SOFFICE CON FARINA D'AVENA (SENZA GLUTINE), BANANE E CIOCCOLATO


INGREDIENTI per una tortiera da 20 cm di diametro:
150 g farina di avena senza glutine (Bob's Red Mill Gluten Free Oat Flour)
3 uova
130 g zucchero
100 g yogurt intero
30 g olio di semi di mais
30 g amido di mais (certificato senza glutine)
1 cucchiaino di lievito per dolci (certificato senza glutine)
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (certificato senza glutine)
1 banana matura
60 g cioccolato fondente sminuzzato (certificato senza glutine)
una manciata di nocciole intere pelate
una manciata di granella di zucchero (certificata senza glutine)


Sbattere le uova con lo zucchero, poi unire l'estratto di vaniglia, l'olio, le farine setacciate con il lievito e il sale e infine lo yogurt. 
Sbucciare la banana e schiacciarla con la forchetta, aggiungerla al composto insieme al cioccolato. Versate l'impasto nello stampo imburrato e infarinato, poi distribuire in superficie le nocciole e la granella di zucchero.
Infornate a 180° per 35-40 minuti.


ENGLISH VERSION:

After a weekend a hard (but very rewarding) weekend between cooking and painting classes, a nice cake to start a new week with
Gluten free oatmeal ... I have already spoken of this controversial ingredient.
The original recipe of this cake is HERE, beautiful blog, wonderful recipes!


SOFT CAKE WITH (GLUTEN-FREE) OATMEAL, BANANA AND CHOCOLATE



INGREDIENTS for a cake of 20 cm in diameter:
150g gluten-free oat flour (Bob's Red Mill Gluten Free Oat Flour)
3 eggs
130 g sugar
100g yogurt
30 g corn oil
30 g cornstarch (certified gluten free)
1 teaspoon of baking powder (certified gluten free)
1 pinch of salt
1 teaspoon vanilla extract (certified gluten free)
1 ripe banana
60 g dark chocolate chopped (certified gluten free)
a handful of whole hazelnuts, peeled
a handful of granulated sugar (certified gluten free)



Beat the eggs with the sugar, then add the vanilla extract, oil, flour sifted with baking powder and salt and then the yogurt.
Peel the banana and mash it with a fork, add it to the mixture with the chocolate. 
Pour the mixture into the greased and floured mold, then distribute hazelnuts and sugar grain 
to the surface
.
Bake at 180°C for 35-40 minutes.

mercoledì 29 ottobre 2014

I TORCETTI A MODO MIO

Dopo un mese riemergo dal mio silenzio... Un mese molto produttivo QUI e QUI, le due attività che riempiono le mie giornate. Inoltre è appena passato quello che potrei definire "l'evento dell'anno", che ha occupato davvero molto del mio tempo.

Oggi voglio postare una ricetta che è stata una scoperta! Dei dolcetti buoni buoni, soffici all'interno, ma con la crosticina zuccherosa e croccante all'esterno. Non so se sono come quelli "veri", ma la mia versione gluten free mi è proprio piaciuta!
La ricetta originale arriva da QUI.


TORCETTI MORBIDI



INGREDIENTI:
250 g farina senza glutine per pane (io ho usato Molino della Giovanna)
100 g burro
105 g acqua
3 g sale
1 cucchiaino di lievito di birra secco disidratato
1 cucchiaino di zucchero semolato (+ quello per decorare)


Far sciogliere il lievito con l'acqua tiepida zuccherata e lasciarlo agire per una decina di minuti fino a quando si crea una spuma in superficie.
Nella ciotola della planetaria impastare la farina, il sale e il lievito aggiungendo l'acqua, fino ad ottenere un impasto morbido, ma non troppo colloso. 
Coprire la ciotola con della pellicola per alimenti e lasciar lievitare per circa 1 ora e mezza.
Nel frattempo lasciar ammorbidire il burro fuori dal frigorifero. 
Non appena sarà trascorso il tempo di lievitazione unire il burro all'impasto, meglio se in due diversi tempi.
Infarinare leggermente il piano di lavoro, tagliate dei pezzi di impasto, all'incirca della stessa dimensione, e creare dei rotolini larghi 0,5 cm e lunghi 10-15 cm. 
Incrociare le estremità per dare la classica forma e premere leggermente per sigillarle. 
Passare i torcetti in una ciotola con zucchero semolato e adagiarli su teglia coperta con carta forno. 
Coprire con la pellicola trasparente e far lievitare 1 ora circa.
Far cuocere in forno ben caldo a 220°C per circa 10 minuti, fino a quando risulteranno di un bel colore nocciola dorato.

Si conservano in un barattolo a chiusura ermetica per un paio di giorni.
Se non si consumano subito, l'ideale sarebbe scaldarli poco poco in forno prima di mangiarli.


ENGLISH VERSION:

I'm here after a month! It was very productive month: HERE e HERE the two activities that filled my days. Moreover it has just finished what I might call the "event of the year", which has occupied much of my time. 

For today a good good pastry, soft inside, but with the sugary and crispy crust on the outside. I do not know if they are like the "real ones", but I really liked my gluten free version!
The original recipe comes from HERE.


SOFT TORCETTI 


INGREDIENTS: 
250 g gluten free flour for bread (I used Molino dalla Giovanna) 
100 g butter 
105 g water 
3 g salt 
1 teaspoon active dry yeast dehydrated 
1 teaspoon sugar (+ some for garnish)


Dissolve the yeast in the sweetened  warm water and leave it for 10 minutes until it creates a foam on the surface. 
In the bowl of a planetary knead the flour, salt, baking powder and water until the dough is soft but not too sticky. 
Cover the bowl with plastic wrap and let rise for about 1 hour and a half. 
In the meantime, let it soften the butter out of the fridge. 
After the rising time add the butter to the mixture, preferably at two different times. 
Lightly flour the work surface, cut the pieces of dough, about the same size, and create large rolls of 0.5 cm and 10-15 cm long. 
Cross the ends to give the classic form and press lightly to seal. 
Put torcetti in a bowl with sugar and lay them on the baking sheet covered with parchment paper. 
Cover with plastic wrap and let rise about 1 hour. 
Bake in a hot oven at 220°C for about 10 minutes, until they are a nice golden brown color. 

Keep them in a airtight jar for a couple of days. 

If not eaten immediately, the ideal would be just a little warm them in the oven before eating.

venerdì 26 settembre 2014

CUCINA A TEMA

A casa mia si mangia a tema.
Sì, perché prima di ogni corso devo sperimentare le diverse ricette, per trovare la migliore e apportare le mie modiche. Quindi c'è la settimana dove si mangia messicano, la settimana dove tutto viene servito in bicchiere, la settimana dove la mia cucina sembra una panetteria... 
I giorni scorsi è stato il turno dei dolci alle mele. torte, biscotti e anche lui, il dolce che voglio proporvi oggi: facile e veloce, di solito una garanzia di successo!


CRUMBLE DI MELE


INGREDIENTI:
4-5 mele
20 g burro
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di cannella 
Per il crumble
200 g farina senza glutine per dolci (io uso Mix dolci Shar)
1 cucchiaino scarso di xantano (facoltativo)
100 g burro
100 g zucchero
1 pizzico di sale
Zucchero di canna per guarnire
Gelato al fiordilatte per accompagnare


Sbucciare le mele, tagliarle a pezzetti grandi e cuocele in una padella con il burro, lo zucchero e la cannella, mescolando di continuo.
Quando le mele saranno leggermente ammorbidite, versarle in una pirofila da forno o in cocotte monoporzione.
Preparare il crumble: lavorare con la punta delle dita la farina, lo xantano, il burro freddo, lo zucchero e il sale in modo da ottenere un composto granuloso. 
Ricoprire le mele con le briciole di impasto, guarnire con una spolverata di zucchero di canna e cuocere in forno a 180° per circa 20-25 minuti, o fino a quando la superficie sarà dorata (eventualmente si può completare la cottura con 5 minuti di grill).
Servire da solo o con una pallina di gelato al fiordilatte.

Se siete curiosi di vedere ciò che abbiamo cucinato al corso, QUI trovate qualche scatto della serata.



ENGLISH VERSION:

...Coming soon...

giovedì 11 settembre 2014

RICETTINA FAST AND CHIC...OVVERO "TOGLIAMO LE RAGNATELE"

Eccomi qui dopo una lunga vacanza (che vi racconterò presto) e diverse ricette da pubblicare.
Ahimè, il tempo è sempre tiranno... sono tornata da più di una settimana e ancora non ho dedicato un po' di tempo al mio blogghino.
Oggi si ricomincia con una ricetta facile facile, veloce veloce, buona buona.
L'idea l'ho presa dal bellissimo libro Marie Claire - fresh + fast. Considerando che io non amo la coppia prosciutto&melone, questa è un'ottima alternativa!


INSALATA DI PROSCIUTTO CRUDO E PAPAYA


INGREDIENTI per 4 persone:
il succo di 1 arancia
1 cucchiaino di aceto di vino rosso
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
2 papaya rosse piccole
2 hg prosciutto crudo tagliato sottile
15 foglioline di basilico
pepe nero


Mettere succo d'arancia, aceto e olio in una piccola ciotola e mescolare per ottenere una salsina.
tagliare ogni papaya in quarti, rimuovere i semi e la buccia.
Tagliare la polpa a spicchi, sistemarli sul piatto da portata, irrorarli con la salsina preparata precedentemente e insaporire con pepe nero appena macinato.
Distribuire il prosciutto sopra alla papaya condita e cospargere con le foglie di basilico.


ENGLISH VERSION:

Here I am after a long vacation (I will tell you soon about it) and several recipes to be published. 
I'm back for more than a week and I still have not spent a bit 'of time to my blog, sigh! 
Today I want to share an easy recipe easy, fast and very good. 
I found it in the wonderful book Marie Claire - fresh + fast. Considering that I do not love the couple ham & melon, this is a great alternative! 


PROSCIUTTO CRUDO AND PAPAYA SALAD 


Ingredients for 4: 
the juice of 1 orange 
1 teaspoon red wine vinegar 
3 tablespoons extra virgin olive oil 
2 small red papaya 
2 hg prosciutto crudo, thinly sliced 
15 basil leaves 
black pepper 


Put orange juice, vinegar and oil in a small bowl and mix to obtain a sauce. 
Cut each papaya into quarters, remove the seeds and peel. 
Cut the flesh into slices, arrange on a platter, drizzle with the sauce previously prepared and season with freshly ground black pepper. 
Spread prosciutto crudo over papaya and sprinkle with basil leaves.

martedì 22 luglio 2014

A ME PIACE MINI

Ok, è vero...io adoro le monoporzioni, i bocconcini, i MINI muffins, le MINI tortine, i MINI bicchieri... e in questo caso le MINI quiche!
La ricetta è tratta dal libro "Summer cooking" di Csaba dalla Zorza... con diverse modifiche fatte da me.


MINI QUICHE ALLE VERDURE


INGREDIENTI per circa 30 pezzi:
Per la pasta brisè

200 g mix senza glutine per crostate e torte salate
90 g burro
1 uovo
20 - 30 g acqua
mezzo cucchiaino di sale
Per il ripieno
1 cucchiaio d’olio d’oliva
1 cipollotto rosso
1 carota piccola
1 zucchina
200 g robiola fresca
4 uova
2 cucchiai di panna fresca
Sale e pepe macinati al momento


Impasta la farina con il burro poi aggiungi l’uovo e l’acqua. Fai una palla e metti in frigo per 2 ore.
Lava le verdure, taglia la cipolla a fettine, le zucchine e le carote a bastoncini sottili e lunghi  circa 2-3 cm.
Scalda l’olio in una padella antiaderente, aggiungi la cipolla e cuoci per 1 minuto circa, poi aggiungi carote, zucchine e un pizzico di sale e continua a cuocere per 3-4 minuti. 
Su di una spianatoia infarinata, stendi la pasta brisè con un matterello e con un tagliabiscotti ricava 30 cerchi. Usa ciascuno per foderare uno stampo per tartellette o muffins in silicone. 
Bucherella il fondo di ciascuno con una forchetta, poi metti nel freezer per 10-15 minuti.
Riscalda il forno a 190°C, poi inforna le tartellette e cuoci per 10 minuti (la pasta deve colorirsi appena). 
Estrai lo stampo dal forno e fai raffreddare per 5 minuti.
Amalgama in una ciotolina le uova, sale, pepe, la robiola e la panna.
Trasferisci le verdure sul fondo delle tartellette cotte, distribuendo in modo omogeneo. 
Copri con la mistura di uovo e formaggio. 
Inforna a 190°C per altri 10-15 minuti, sino a che si saranno rassodate e dorate leggermente.
Servi tiepide.



ENGLISH VERSION:

Ok, that's true ... I love the mini portions, bocconcini, MINI muffins, MINI cupcakes, MINI glasses ... and in this case the MINI quiches! 
The recipe comes from the book "Summer Cooking" by Csaba della Zorza ... with several changes made ​​by me.


VEGETABLES MINI QUICHE


Ingredients for about 30 pieces: 
For the brisee dough
200 g gluten free flour mix for pies and quiches
90 g butter 
1 egg 
20-30 g water 
half a teaspoon of salt 
For the filling 
1 tablespoon olive oil 
1 red onion 
1 small carrot 
1 zucchini 
200 g fresh soft cheese 
4 eggs 
2 tablespoons fresh cream 
Salt and freshly ground pepper


Knead the flour with the butter, then add the egg and water. 
Make a ball and chill for 2 hours. 
Wash the vegetables, cut the onion into slices, zucchini and carrots into thin sticks about 2-3 cm long. 
Heat the oil in a frying pan, add the onion and cook for about 1 minute, then add carrots, zucchini and a pinch of salt and continue to cook for 3-4 minutes. 
On a floured surface, stretch brisee dough with a rolling pin and cut 30 circles with a cookie cutter.
Line some tarts or muffin silicone molds with them. 
Prick the bottom of each with a fork, then put it in the freezer for 10-15 minutes. 
Preheat oven to 190°C, then bake the tartlets for 10 minutes (the dough should just color him). 
Extract the mold from the oven and cool for 5 minutes. 
In a bowl stir the eggs, salt, pepper, soft cheese and cream. 
Transfer the vegetables on the bottom of the baked tartlets, distributing evenly. 
Cover with the mixture of egg and cheese. 
Bake at 190°C for another 10-15 minutes, until it will be firmer and slightly golden. 
Serve warm.

giovedì 17 luglio 2014

E' ARRIVATA L'ESTATE (O ALMENO SPERO)!

Oh, finalmente un po' di sole e di caldo! Era ora! Mi sembrava di aver saltato l'estate ed essere catapultata diritta nell'autunno...
Quindi, arrivato finalmente il bel tempo, è ora di sfoderare una bella ricetta estiva: una gustosa insalata di polipo. Non la classica con le patate, questa volta ho voluto variare, più leggera e saporita.


INSALATA DI POLIPO CON MELA VERDE, OLIVE TAGGIASCHE E OLIO AL BASILICO


INGREDIENTI per 3-4 persone:
un polpo da 1200 g
1/2 mela verde
2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
5 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
una manciata di foglie di basilico
sale

Cuocere il polpo in acqua bollente salata per circa 45 minuti, farlo raffreddare nell'acqua di cottura (in questo modo rimarrà più morbido), poi tagliarlo a pezzetti e metterlo in una ciotola.
Tagliare la mela a dadini, unirla nella ciotola.
Aggiungere anche le olive.
Frullare l'olio con le foglie di basilico e condire il polpo con il composto.
Mescolare bene e servire.


ENGLISH VERSION:

Oh, finally a bit of sunshine and warm!
So, the good weather finally arrived, now it's the time for a nice summer recipe: a delicious octopus salad. Not the classic with the potatoes, this time I wanted to change.


OCTOPUS SALAD WITH GREEN APPLE, TAGGIASCHE OLIVES  AND BASIL OIL

Ingredients for 3-4:
an octopus of 1200 g
1/2 green apple
2 tablespoons pitted taggiasche olives
5 tablespoons of extra virgin olive oil
a handful of basil leaves
salt



Cook the octopus in boiling salted water for about 45 minutes, let it cool in the cooking water (so it will remain softer), then cut it into small pieces and place in a bowl. 
Cut the apple into small cubes, add it to the bowl. 
Add the olives. 
Whisk the oil with the basil leaves and season the octopus mixture. 
Mix well and serve.

martedì 8 luglio 2014

SAPORI SEMPLICI

Da oggi mi sento in vacanza!
Sia chiaro, la partenza per le vacanze vere è ancora un po' lontana, ho ancora una lunga lista di cose da fare (appuntamenti vari con clienti, programmazioni per l'autunno, lavori da ultimare, nuove ricette da testare...), ma ho finito con corsi (di cucina e pittura) e altri eventi! Sia chiaro, per me tenere corsi non è solo un lavoro, ma soprattutto un divertimento... che però stanca e impegna mente e corpo in maniera intensiva. E ora una pausa ci vuole proprio! :-)
Questo ultimo anno lavorativo ha portato tante novità: il mio "cambio di vita", la nascita della scuola di cucina (che è arrivata un po' per gioco e ha dato risultati inaspettati e molto soddisfacenti), la possibilità di occuparmi in maniera più intensiva anche dell'altra mia attività... insomma, una riorganizzazione della vita non da poco! Ora un po' di riposo... per tornare in autunno con tante nuove idee e proposte!

La ricetta di oggi nasce da un piatto dell chef Cannavacciuolo, visto in tv.
Sapori semplici, che insieme fanno un gran bel piatto.
Il mio mini-orto sta iniziando a dare i suoi frutti, quindi questo piatto era perfetto per utilizzare i primi pomodorini e le prime melanzane raccolte.


FUSILLI CON CREMA DI MELANZANE, RICOTTA SALATA E POMODORINI



INGREDIENTI per 2 persone:
160 g fusilli senza glutine
1 melanzana
8-10 pomodorini (i miei erano pachino rossi e gialli e datterini zebrati)
maggiorana
ricotta salata
olio extravergine d'oliva
una noce di burro
sale
pepe nero


Lavare la melanzana, tagliarla a metà per il senso della lunghezza, poi metterla in forno a 150°C per circa 2 ore.
Una volta cotta, prelevare la polpa con un cucchiaio e frullarla con maggiorana, olio, sale e pepe.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
Nel frattempo far soffriggere in una padella 4-5 cucchiai d'olio, una noce di burro e qualche foglia di maggiorana.
Aggiungere nella padella la pasta e i pomodorini privati dei semi e tagliati a filetti e far saltare per 2 minuti.
Stendere un velo di crema di melanzana su 2 piatti piani, mettere sopra la pasta e completare con scaglie di ricotta salata.


ENGLISH VERSION:
From today I am on vacation! 
Ok, my real holiday is still a bit 'far, I still have a long list of things to do (several appointments with clients, schedules for the fall, works to be completed, new recipes to test...) but I'm done with classes (cooking and painting) and other events! Ok, for me to take courses is not just a job, but also a fun moment ... but it engages mind and body in an intensive way. And now I need a break! :-) 
The last year has brought many new things: my "change of life", the birth of the cooking school (which arrived a bit 'for fun and gave unexpected satisfaction), the possibility to deal more also my other activities ... a reorganization of life! Now a little 'rest ... to return in fall with many new ideas and suggestions!

Today's recipe comes from an idea of chef Cannavacciuolo, seen on tv. 
Simple flavors, which together make a great dish.
This dish was perfect to use the first tomatoes and eggplant of my "mini" vegetable garden.


FUSILLI WITH EGGPLANT CREAM, RICOTTA SALATA AND TOMATOES


Ingredients for 2: 
160 g gluten-free fusilli pasta 
1 eggplant 
8-10 cherry tomatoes (Iused red and yellow cherry tomatoes and datterini zebra) 
marjoram 
ricotta salata 
extra virgin olive oil 
a knob of butter 
salt 
black pepper


Wash eggplant, cut in half lengthwise, then put it in the oven at 150°C for about 2 hours. 
Once cooked, remove the pulp with a spoon and blend it with marjoram, olive oil, salt and pepper. 
Cook the pasta in salted water. 
Meanwhile, fry in a pan 4-5 tablespoons of olive oil, a knob of butter and a few leaves of marjoram. 
Add pasta and tomatoes (seeded and cut into strips) to the pan and fry for 2 minutes. 
Spread a thin layer of eggplant cream on 2 plates, put on the pasta and sprinkle with grated ricotta salata.

mercoledì 25 giugno 2014

DI RITORNO DALLA TERRA DEI VICHINGHI E DEI TROLL

Bella vacanzina, precisamente una crociera nei fiordi norvegesi!
Prima esperienza sulla nave... a dire la verità avevo un po' paura, io soffro il mal di mare e sono partita con la valigia piena di pillole, ma è andato tutto bene, a volte il mare era un po' agitato e si faceva sentire, ma il mio stomaco non ne ha risentito per nulla.
Nave bellissima, trattamento eccellente, organizzazione impeccabile.
Dal punto di vista "senza glutine" tutto impeccabile: pranzo in camera all'arrivo, area gluten free per colazione e pranzo, cameriere dedicato per la cena, menù ricco e vario, pranzo al sacco specifico quando ce n'era bisogno. Obbligo di consumare tutti i pasti al ristorante principale, no self service...ma non ne ho sentito la mancanza!
Ecco il nostro itinerario nel dettaglio:

1° giorno - MILANO - COPENAGHEN
Partenza con volo Alitalia. In meno di 2 ore arrivo a destinazione e trasferimento in autobus al porto dove ci aspetta la nave.



Saliamo quasi subito e dopo aver pranzato e preso possesso della camera, iniziamo ad esplorare la nave che è enorme, molto curata e lussuosa.





2° giorno - IN NAVIGAZIONE
Anche durante la navigazione non ci si annoia, c'è sempre qualcosa da fare. Lorenzo ormai si è stabilmente trasferito al mini club (fosse stato per lui, ci sarebbe rimasto anche a dormire!) e noi ci dividiamo tra SPA, cocktail a bordo piscina, spettacoli e tanto altro.

3° giorno - FLAM
Sbarchiamo in questo piccolo paesino stretto tra i fiordi. Da qui prendiamo un battello che ci porta proprio dentro al fiordo.







Sbarchiamo presso il piccolo villaggio di Gudvangen, dove troviamo ad aspettarci il pullman che ci porta nella valle di Noeroy, fino a Stalheim, per avere una bella vista panoramica della valle.



Tornando percorriamo la Stalheimskleivane, la strada più ripida di tutta la Norvegia, con 13 ripide curve, fiancheggiata da ambo i lati da una serie di cascate.

4° giorno - ANDALSNES
Arriviamo in questa cittadina situata vicino al Romsdalfjord sulle rive del fiume Rauma. Qui ci aspetta un'intera giornata di escursione. Il tempo non è dei migliori, ma questo crea un'atmosfera molto suggestiva, adatta ai luoghi che andremo a visitare. 
Percorriamo la strada costiera, fermandoci qua e la per ammirare le bellezze della natura. 






Dopo un pranzetto tipico in un ristorante sulla strada, continua la gita percorrendo la strada che porta verso la montagna, oltre la linea della vegetazione arborea, fino al Trollstigheimen. Qui la vista è mozzafiato.




Per la discesa ci attende la "strada dei Troll", una delle principali attrattive della zona...


...e la "parete dei Troll", la più alta parete rocciosa verticale d'Europa (915 m). Purtroppo le nuvole arrivano proprio un attimo prima di noi e ci impediscono di vedere la parete per intero.


5° giorno - BERGEN
La città forse più piovosa della Norvegia ci accoglie con un timido sole.
Prima tappa della gita di oggi il quartiere di Bryggen, quartier generale dei mercanti della Lega Anseatica dal 1350, che ne ebbero il potere per circa due secoli. Questi edifici oggi fanno parte della lista dei Patrimoni dell'Umanità stilata dall'Unesco e ospitano negozi, ristoranti, caffè e botteghe di artigiani.



Prendiamo poi l'autobus e ci dirigiamo fuori dalla città, fino ad un piccolo prticciolo, dove prendiamo un'imbarcazione che ci porta fra le isole dell'arcipelago antistante Bergen.








Prima di salutare questa bellissima cittadina, un giro a piedi al mercato del pesce è d'obbligo!





6° giorno - STAVANGER
Arriviamo in questa cittadina ricca e laboriosa, principale centro petrolifero norvegese, e subito partiamo .
Prima tappa, nella periferia di Stavanger questa scultura imponente: tre spade di bronzo, alte 10 metri, conficcate nella roccia. Sono lì a ricordare la battaglia di Hafrsfjord dell'anno 872, quando Harald Hårfagre, grande re vichingo, unificò la Norvegia in un solo regno.
Proseguiamo poi verso il vicino punto panoramico, sulla collina di Ullandhaug, dove si gode di una strepitosa veduta di Stavanger e dell'Hafrsfjord.


Continua il nostro viaggio, fino ad arrivare al complesso dove sono stati ricostruiti esempi di fattoria dell'età del ferro, dove ci viene fatta una presentazione della vita in quell'epoca lontana.



Giungiamo infine in centro, dove visitiamo la Cattedrale, costruita intorno al 1125, e la città vecchia, con le caratteristiche case in legno ben conservate lungo i vicoli angusti, risalenti al XVIII e al XIX secolo.





7° giorno - OSLO
Breve ma bella escursione nella capitale della Norvegia.
Iniziamo con la visita al Museo delle Navi Vichinghe, dove sono conservati tre esemplari di navi e una serie di utensili ed altri oggetti ritrovati nei luoghi di sepoltura dei capi vichinghi, nell'area del fiordo di Oslo.


Ci spostiamo poi nel Museo Fram, dove è custodita la nave, costruita nel 1892, che esplorò il Polo Nord e il Polo Sud.


Ultima tappa il parco Vigeland, dove si possono ammirare più di 200 sculture in bronzo e granito.







8° giorno - COPENAGHEN - MILANO
Toccata e fuga nella capitale danese, prima di prendere l'aereo che ci riporterà a casa.
Non può mancare la visita alla statua della sirenetta, simbolo della città.


A seguire una passeggiata na del Palazzo di Amalienborg, residenza della Regina.




In conclusione posso dire che l'esperienza della crociera è stata assolutamente promossa. A tratti (ma solo qualche volta) i tempi per escursioni e tempo libero a terra erano un po' ridotti, ma meglio del previsto.
Insomma...un'esperienza da ripetere!
LinkWithin Related Stories Widget for Blogs