giovedì 12 febbraio 2015

BRITISH COLUMBIA E CANADIAN ROCKIES - AGOSTO 2014 (parte prima)

Sarà che si inizia a pensare alla prossima estate, sarà che io ho sempre voglia di vacanze, sarà che il viaggio della scorsa estate è stato davvero speciale...ma mi è venuta voglia di raccontarvelo!
3 settimane in camper tra la British Columbia e le Canadian Rockies dell'Alberta, in Canada. 
Come dico sempre, io non sono fatta per il campeggio, cioè quello "scomodo"...ma qui si parla di un "signor campeggio", con camper grande (con un bagno come si deve), spazi ampi in cui stare, campeggi con tutti i comfort (tavolo personale per mangiare all'aperto, barbecue privato, piscina riscaldata, mini market, lavanderia a gettone)... ecco "questo" tipo di campeggio è quello che piace a me! Lo so, i canadesi, amanti del campeggio "vero" rabbrividirebbero...ahahah! Abbiamo deciso di intraprendere questo tipo di vacanza da quando è nato Lorenzo; la prima volta che siamo partiti per il Quebec aveva 15 mesi...da allora ogni estate la meta è diversa, ma lo stile è sempre lo stesso! Vacanza selvaggia, ma con moderazione!

1° giorno - MILANO -VANCOUVER
Levataccia alle 4.30, ci prepariamo in fretta e via verso l'aeroporto.
Partiamo in orario con volo British Airways con destinazione Londra, poi dopo un breve scalo partiamo alla volta di Vancouver. Per essere un volo così lungo (circa 9 ore), l'aereo è veramente stretto e scomodo...ma l'emozione per la vacanza che ci aspetta ci fa tollerare questa fatica e il tempo passa velocemente. Il nostro piccolo viaggiatore (5 anni), ormai superabituato all'aereo, è quello che si diverte di più, tra cartoni animati, libri da guardare e colorare, cibo ad hoc per bambini fornito dalla compagnia aerea.
Atterriamo a Vancouver nel primo pomeriggio (ora locale). Dopo aver sbrigato tutte le formalità burocratiche all'immigrazione, prendiamo il bus che ci porta all'hotel dove staremo la prima notte, in attesa di ritirare il nostro camper. L'albergo è il COAST VANCOUVER AIRPORT HOTEL, senza pretese e in una zona assolutamente non turistica, ma vicina all'aeroporto. Cerchiamo di resistere alla stanchezza data da volo e jet lag, ceniamo in hotel (evvai, hanno il menù gluten free!!!) e andiamo subito a letto, dopo questa lunga giornata.

2° giorno - VANCOUVER - ALDERGROVE
Dopo una sveglia all'alba a causa del jet lag, facciamo una tipica (e leggera) colazione canadese: bacon, uova, patate schiacciate e fritte. Finalmente ritiriamo il nostro bolide! Il furgoncino del noleggio CANADREAM, ci viene a prendere direttamente in hotel e ci porta alla sede. Mi sento di consigliare caldamente questa compagnia, da cui ci serviamo da diversi anni per il noleggio camper... nelle diverse sedi sono sempre stati precisi e affidabili, con camper nuovi e perfetti.
Dopo la procedura di registrazione ci consegnano il nostro maxi motorhome di 10 m di lunghezza e possiamo partire!



Raggiungiamo velocemente il primo campeggio, l'EAGLE WIND RV PARK, e dopo spesa, pranzo e sistemazione valigie, nel pomeriggio ci concediamo qualche ora di relax tra piscina e idromassaggio.
La sera risentiamo ancora pesantemente del jet lag e si va a letto molto presto.

3° giorno - ALDERGROVE - VERNON
La mattina partiamo per Vernon dove, oltre alle bellezze della zona ci attende la nostra amica Kim,  simpaticissima persona e grande artista, conosciuta grazie ad una bellissima esperienza condivisa.
La strada verso Vernon ci porta tra le montagne e ci fa incontrare paesaggio mozzafiato...peccato che la nostra mente è rivolta ad altro...la benzina sta finendo e non ci sono distributori all'orizzonte! Abbiamo percorso un tratto di 150 Km senza incontrare una stazione di servizio! Miracolosamente riusciamo a non rimanere a secco in mezzo al nulla.
Dopo una sosta per il pranzo nella cittadina di Merritt, sperduto paesino in mezzo alle montagne, percorriamo l'ultimo tratto di strada per arrivare a Vernon, dove pernotteremo al SILVER STAR RV PARK. Fortunatamente ci assegnano un ampio posto vicino al lago, dove c'è una bella vista e siamo circondati dalla vegetazione.



La sera siamo invitati a cena da Kim, suo marito John e la loro figlia Ashley. E' bellissimo rivederli dopo tanto tempo! La loro casa è fantastica, molto country... e che dire della painting room di Kim?! Un sogno!!! Dopo una buonissima cena e 4 chiacchiere in giardino attorno al fuoco, è giunta l'ora di tornare in campeggio per la notte.

4° giorno - VERNON
Oggi abbiamo appuntamento con Kim e sua figlia Ashley per una gita insieme.
Prima tappa Davison Orchards, un grande frutteto con parco giochi per bambini a tema "fattoria" e un grande emporio con frutta e verdura, conserve, dolci appena sfornati... anche gluten free!!!


...Eccoci! Famiglia al completo! Una delle poche foto che abbiamo insieme... thanks Kim!...





...Kim e strani cappelli...





Dopo un po' di shopping facciamo un giro tra gli animali e lasciamo giocare Lorenzo tra le balle di fieno, mentre noi ci beviamo un rinfrescante succo di mela.
Seconda tappa della giornata: Ellison Provincial Park, dove ci dirigiamo verso un bellissimo laghetto che si raggiunge con una breve camminata nel bosco. Arriviamo in una spiaggetta tranquilla, dove ci rilassiamo e ci godiamo il fresco, poi facciamo una passeggiata per ammirare la scogliera lì vicino.



La sera improvviso una semplice cena italiana all'aperto in campeggio: pasta al ragù, zucchine al parmigiano, insalata di pomodori, frutta.

5° giorno - VERNON
Oggi ci aspetta una lunga gita con Kim e John. Purtroppo il tempo non è dei migliori.
Prima tappa Kelowna, o meglio, il negozio Michael's, paradiso dei creativi... io e Kim non perdiamo l'occasione di fare un po' di shopping insieme!


Poi ripartiamo per Keremeos, paesino tra le montagne. Il paesaggio è molto suggestivo: non piove da 2 mesi e l'erba è bruciata, dando alle montagne un insolito colore dorato.
Lungo la strada incontriamo diversi chioschi di frutta e verdura prodotte nella zona. ci fermiamo per acquistare ciliegie, pomodori e anguria gialla.


Arrivati nella cittadina di Keremeos, proseguiamo poco più avanti e ci addentriamo su una stradina sterrata che ci porterà al fiume. Poco prima di arrivare a destinazione incontriamo un serpente a sonagli sulla strada.


Arriviamo poi in una tranquilla zona dove ci fermiamo a pranzare. 
Dopo pranzo, gli uomini (compreso quello piccolo) pescano, grazie ai consigli di John, mentre io e Kim ci rilassiamo vicino al fiume.

... Hi John!...


...tana per Kim!...



Dopo un po' inizia a piovere e torniamo verso casa sotto un forte acquazzone.
La sera ceniamo tutti insieme in un ristorante di Vernon. Dopo cena purtroppo arriva il momento dei saluti: il giorno seguente partiremo per la prossima tappa del nostro viaggio. Ci salutiamo con la speranza di rivederci presto, in Italia, in Canada o in qualsiasi altra parte del mondo!

6° giorno - VERNON - REVELSTOKE
A malincuore lasciamo Vernon e i nostri amici, ma il viaggio deve continuare e abbiamo ancora tante tappe che ci aspettano!
Dopo un po' di strada, ci fermiamo al Crazy Creek, punto turistico con cascate, ponte sospeso e le "hot springs", piscine di acqua calda.


Prima di tutto facciamo una passeggiata e ci addentriamo del bosco per ammirare le cascate dal ponte sospeso, poi paghiamo il biglietto per entrare nelle hot springs. Ci sono 3 piscine, rispettivamente a 32°C, 39°C e 40°C immerse nel verde.





...un insolito pesciolino...


Dopo un po' di relax nelle acque calde, partiamo per Revelstoke.
Arriviamo al KOA, dove purtroppo scopriamo di non poter accendere il fuoco per la sera (è una tipica usanza da campeggio la sera accendere un fuoco in un angolo attrezzato della propria piazzola e sedersi vicino al fuoco a chiacchierare e arrostire marshmallows) perché c'è un divieto in tutta la British Columbia, a causa della siccità.

7° giorno - REVELSTOKE - BANFF
Ci svegliamo sotto la pioggia, che non accenna a smettere per buona parte della giornata. Questo ci impedisce di fermarci nei luoghi definiti dal nostro itinerario.
Lasciamo al British Columbia per entrare nello stato dell'Alberta.
Nel pomeriggio finalmente la pioggia ci da un po' di tregua e possiamo fare una sosta al Johnston Canyon, un bellissimo canyon che l'acqua ha scavato nella montagna. 







Facciamo una passeggiata di circa 1 ora per ammirare al spettacolare cascata, poi ripartiamo per Banff, dove ci aspetta il nostro prossimo campeggio, il TUNNEL MOUNTAIN VILLAGE II.

...continua...

5 commenti:

cri ha detto...

Che meravigli! Lo dico sempre a: i soldi spesi per viaggiare sono quelli investiti meglio!

Ombretta Asundaymorningwith ha detto...

Anch'io adoro viaggiare in camper. Ma non ho mai fatto questo viaggio.

gloria. ha detto...

che viaggio stupendo....abbiamo girato per anni in camper scoprendo piccole isolate perle di questo continente....ma questo è proprio da fare....glo

Lu Lu ha detto...

.......il mio sogno...invidia!...invidia buona però!!! :)

barbara4stagioni ha detto...

viaggio stupendo....da invidia :;-)

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs