mercoledì 24 ottobre 2018

FIERE, LAVORO E BACCALA'

Ogni anno in questo periodo passo una settimana Vicenza per lavoro, come espositore alla fiera Abilmente.Le giornate sono dure, lunghe e faticose, ma la sera non i toglie nessuno il piacere di una bella cenetta a base di piatti locali, tra cui il baccalà.
Lo so, a Vicenza c'è il baccalà alla vicentina, come da ricetta della Confraternita, ma ammetto che in quel modo non lo amo molto, preferisco invece quello mantecato tipico veneziano, che comunque si trova spesso nei ristoranti della zona.
Ora ho voluto sperimentare a casa questa ricetta che amo molto. Ho scelto questa ricetta, riducendo solo un po' l'olio.


BACCALA' MANTECATO CON CROSTINI DI POLENTA


INGREDIENTI per 3-4 persone:
800 g stoccafisso ammollato
200 ml latte
180 ml olio extravergine d'oliva
Prezzemolo
Sale
Pepe
Polenta bianca o gialla cotta, fatta raffreddare su un vassoio e e tagliata a rettangoli


Mettere lo stoccafisso per almeno 24 ore in ammollo in acqua, cambiandola spesso.
Trascorso questo tempo tagliarlo a pezzi, metterlo in un tegame coprendolo con acqua fredda e il latte, salare leggermente e portare a ebollizione, schiumando di tanto in tanto.
Cuocere il baccalà per circa 20-25 minuti, fino a che sarà ben cotto e tenero.
Scolare il baccalà e pulirlo, privandolo delle lische e della pelle, poi ridurlo a pezzettini e metterlo in una ciotola.
Con un cucchiaio di legno (o meglio ancora nella ciotola della planetaria, usando la frusta a foglia), mescolare energicamente il baccalà, aggiungendo l’olio a filo.
Continuare a mescolare fino ad ottenere una crema compatta e omogenea, di aspetto lucido e con ancora qualche pezzo intero.
Aggiustare di sale e di pepe e aggiungere il prezzemolo e l'aglio tritati. 
Servire con crostini di polenta grigliati.

venerdì 13 luglio 2018

SAPORI E RICORDI

Da un po' di tempo avevo accantonato la mia pentola tajine, in attesa di una ricetta sfiziosa da provare. Mi piace molto la cucina marocchina e l'accostamento di gusti dolci e salati.
Per caso mi sono imbattuta in questa ricetta e ho subito deciso di provarla, apportando solo piccole modifiche.
Con questo piatto sono tornata per un attimo nelle affollate e chiassose viuzze del centro di Marrackech, visitata qualche mese fa. Che bello quando sapori e profumi evocano ricordi speciali!


TAJINE DI POLLO E ALBICOCCHE CON COUS COUS AROMATICO


Per la tajine
3 cosce di pollo con sovracosce, senza pelle e osso (800 g circa)
1 cipolla rossa
2 pomodori medi
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di curcuma
1 pezzo di zenzero fresco (circa 2,5 cm)
2 cucchiaini di miele
100 g albicocche secche
2 stecche piccole di cannella
olio extra vergine d’oliva
200 ml circa di brodo di pollo
sale
pepe
Per il cous cous
150 g cous cous di mais senza glutine
acqua in pari volume rispetto al cous cous
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
una manciata di prezzemolo
10 foglie di menta
qualche filo di erba cipollina
un mazzetto di origano fresco
succo e buccia di mezzo limone
sale


Affettare la cipolla e disporla sul fondo della tajine.
Sbucciare l’aglio, inciderlo e metterlo intero sopra le cipolle (se si preferisce si può tritarlo).
Tagliare i pomodori a cubetti e metterli sopra alle cipolle.
Irrorare con tre o quattro cucchiai d’olio.
Tagliare il pollo a dadini, metterlo in una ciotola e unire sale, pepe, curcuma, miele e zenzero grattugiato e mescolare bene per ricoprire. 
Disporre il pollo sopra i pomodori.
Mettere sopra la cannella e le albicocche tagliate in quattro parti.
Versare il brodo e chiudere con il coperchio.
Mettere la tajine su fuoco basso con uno spargifiamma e lasciar cuocere per circa 1 ora e 30 minuti.


Poco prima di servire preparare il cous cous.
Far bollire l'acqua con un pizzico di sale e un filo d'olio, poi togliere dal fuoco e versare il cous cous.
Coprire con un coperchio e far riposare almeno 5 minuti,
Tritare le erbe aromatiche e unirle al cous cous insieme al succo e alla buccia grattugiata di mezzo limone.
Mescolate bene e servite con la tajine.

venerdì 15 giugno 2018

SBOCCIANO I FIORI IN CUCINA

Un biscotto semplice e delicato, dai sapori originali.
Ho arricchito l'impasto con fiori essiccati... profumo e gusto assicurati!

Questa ricetta fa parte del libro "Ricette in barattolo", una raccolta di ricette (tutte anche in versione senza glutine) e progetti di craft e decorazione, scritto a 4 mani con Marta Anzolla.


BISCOTTI FLOREALI


INGREDIENTI per 30 biscotti:
375 g Preparato speciale per pasta frolla Molino dalla Giovanna
100 g zucchero a velo (certificato senza glutine)
120 g burro morbido
2 uova
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaio di fiori di camomilla essiccati, tritati
1 cucchiaio di fiori di malva essiccati, tritati
1 cucchiaio di fiori di rosa essiccati, tritati


Con un coltello aprite il baccello di vaniglia e raschiate i semini all’interno.
Aggiungete ai semi di vaniglia, i fiori di camomilla, malva e rosa, il burro ammorbidito, le uova, lo zucchero e la farina, impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido, ma compatto.
Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per 45 minuti.


Togliete dal frigorifero e con il mattarello stendete la pasta su un piano infarinato, fino ad ottenere uno spessore di 5 mm.
Tagliate i biscotti con un tagliapasta a forma di fiore e metteteli su una teglia precedentemente coperta con un foglio di carta forno.
È consigliato un tagliapasta con diametro circa 6 cm.
Cuocete a 170°C per 15-20 minuti.



mercoledì 16 maggio 2018

HARRY POTTER ADDICTED


Anche quest'anno Lorenzo mi ha chiesto una torta speciale per il suo compleanno.
Per i suoi 9 anni desiderava una torta a tema Harry Potter... ormai è diventato un fan del maghetto, soprattutto dopo essere che siamo andati agli Studios di Londra.
Come non esaudire il suo desiderio???
Questa volta devo ammettere che è stato più impegnativo del solito, tante le imperfezioni, ma alla fine ho ottenuto un risultato che mi ha soddisfatta!
E' piaciuto molto anche al festeggiato e ai suoi amichetti... ed è stato divorato in pochi minuti... buon segno direi!

Ed ecco la torta...





Si tratta di un classico pan di spagna farcito con tanta Nutella, ricoperto di crema al burro e pasta di zucchero.
Ricette e dosi sono le stesse della torta Lego dell'anno scorso. Questa volta ho però cotto la torta in uno stampo rettangolare da 30x24 cm.
Ho usato pasta di zucchero bianca, poi colorata con colorante gel marrone (per la copertina e la bacchetta), colorante gel giallo (per il bordo del libro e per le parti poi colorate d'oro), colorante in polvere oro (per tutte le parti dorate) e colorante in polvere nero (per sporcare e invecchiare il libro).
Per i vari decori del libro ho usato questo e questo stampo in silicone.


martedì 17 aprile 2018

SAPORI DI TERRE LONTANE

La ricetta di oggi mi porta lontano, in una tappa del viaggio fatto la scorsa estate. La zona in questione è davvero spettacolare: la Namibia.
Un Paese africano dai paesaggi molto vari, dalla savana alle rocce, dalle dune del deserto alle spiagge. Un luogo che mi ha davvero affascinata.
Da Waterberg e il suo Plateau agli spettacolari incontri con gli animali dell'Etosha National Park, dalle magnifiche Epupa Falls all'arido Damaraland, dalle coste mozzafiato di Swakopmund alle imponenti dune di Sossusvlei, per poi concludere con il deserto rosso del Kalahari.
Sulla nostra esperienza in Namibia ho scritto molto sul mio travel blog, compresi dei suggerimenti su come mangiare senza glutine in Namibia.

La ricetta di oggi ha una storia ben radicata in quiesti luoghi magnifici, più precisamente a Solitaire. Se vi interessa scoprirla, potete leggerla QUI.
Purtroppo a Solitaiure non preparano una versione senza glutine di questo dolce, quindi mi sono ripromessa di prepararla per me a casa. Ho trovato QUI la ricetta, da me solo leggermente modificata per renderla gluten free.


TORTA DI SOLITAIRE


INGREDIENTI:
300 g Mix per crostate Molino dalla Giovanna
100 g zucchero semolato
100 g burro fuso
1 uovo
5 mele Golden
2 cucchiai di zucchero di canna
1 bustina di lievito vanigliato (certificato senza glutine)
1 pizzico di sale
se serve, un goccio di latte per rendere l'impasto più morbido


Mescolare con le mani il Mix per crostate, lo zucchero semolato,  il burro fuso, il lievito vanigliato, l'uovo e il sale, fino a creare delle grosse briciole (se serve, aggiungere un goccio di latte).
In padella far leggermente appassire con lo zucchero di canna le mele Golden sbucciate e tagliate a grossi dadini.
In una tortiera rivestita di carta da forno distribuire circa metà delle briciole. aggiungere le mele e coprire con le altre briciole. 
Infornare a 180°C per 45 minuti circa.

mercoledì 28 marzo 2018

LE TRADIZIONI VANNO RISPETTATE

Sono diversi anni che per Pasqua preparo questi panini dolci inglesi, è diventata ormai una tradizione. Scoperti per caso, me ne sono subito innamorata.
Tanto tempo fa avevo pubblicato una ricetta, ma poi l'ho modificata un po', ottenendo risultati decisamente migliori in termini di aspetto e sofficità.
Eccola qui con le sue modifiche... io vado a sfornare i miei Hot Cross Buns versione 2018!
BUONA PASQUA A TUTTI!

HOT CROSS BUNS 2.0


INGREDIENTI per 12 panini:
Ingredienti secchi

320 g Mix per dolci lievitati Molino dalla Giovanna
1/2 cucchiaino di sale
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di cannella
Ingredienti liquidi
2 uova
30 g burro
3/4 cucchiaino di aceto bianco
14 g lievito di birra
170-180 ml acqua calda
80 g uva passa o di mirtilli rossi disidratati
Per spennellare
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaio di latte
Per la glassa
2 cucchiai di farina senza glutine (va bene una qualsiasi, è solo per addensare)
1 cucchiaio di zucchero a velo (certificato senza glutine)
2 cucchiai di acqua
Per finire
1 cucchiaio di miele
1-2 cucchiai di acqua


In una piccola ciotola, unire gli ingredienti secchi e mettere da parte.
Nella ciotola del mixer, mettere le uova, il burro (tagliato in piccoli pezzi) e l'aceto.
Sbattere a media velocità fino a quando le uova saranno spumoso.
Sciogliere il lievito in acqua e aggiungerlo alla miscela di uova.
Con il mixer a bassa velocità, aggiungere gli ingredienti secchi a cucchiaiate.
Impastare alla massima velocità per 2 minuti.
Aggiungere la frutta, creare 10 palline di pasta e metterle su una placca da forno coperta con carta forno.
Coprire e lasciare lievitare per circa 2 ore e mezza o fino a quando avranno raggiunto quasi il doppio del volume.
Poi spennellare i buns con il tuorlo d'uovo sbattuto con un cucchiaino di latte.
Preparare la glassa: mescolare tutti gli ingredienti in modo da ottenere una pastella sufficientemente densa che da poterla usare nel sac à poche.
Trasferire quindi in un sac à poche con imbuto stretto e disegnare le croci sulle brioche.
Cuocere in forno preriscaldato a 190 ° C forno per 25-30 minuti.
Togliere dal forno e spennellare con un cucchiaio di miele riscaldato con uno o due cucchiai di acqua.

mercoledì 21 marzo 2018

VOGLIA DI DOLCE

Una torta super, croccante fuori e morbido dentro... perfetto per placare un'irresistibile voglia di dolce!
Non conoscevo questa torta e l'ho scoperta per caso... una piacevolissima scoperta!
Ho trovato QUI la ricetta originale.


CASSATA AL FORNO... IN VERSIONE CRUMBLE


INGREDIENTI:
Per la frolla
250 g mix crostate Molino dalla Giovanna
75 g strutto
75 g zucchero semolato
1 tuorlo
vino Marsala quanto basta (per me 1 bicchiere scarso)
4 g ammoniaca per dolci
scorza di limone grattugiata
un pizzico di sale
Per il ripieno
325 g ricotta di pecora 
25 g gocce di cioccolato fondente senza glutine
160 zucchero a velo


Per la crema di ricotta
Fare sgocciolare la ricotta mettendola in un colino e coprendola con della pellicola per almeno un giorno in frigo.
Setacciare la ricotta.
Aggiungere lo zucchero a velo e mescolare bene.


Per la frolla
Versare la farina, lo zucchero semolato, la scorza di limone grattugiata e il sale in una ciotola e mescolare.
Aggiungere lo strutto a pezzetti e sabbiare la farina finché non assume l’aspetto di sabbia bagnata.
Aggiungere l’uovo e lavorare la pasta.
Infine aggiungere il vino gradatamente finché non si ottiene una frolla omogenea.
Avvolgere la frolla in pellicola trasparente e metterla in frigo per almeno 1 ora.


Prendere circa 2/3 della frolla a metà e stenderne una metà sul piano infarinato, in uno strato non troppo sottile (circa 1/2 cm).
Imburrare uno stampo da 24 cm e coprirne il fondo con un disco di carta forno.
Bucare per bene tutta la frolla con i rebbi di una forchetta e foderare lo stampo compresi i bordi.

Aggiungere le gocce di cioccolato alla crema di ricotta, mescolare e versare nello stampo.

Sbriciolare la pasta frolla rimasta e ricoprire la cassata (avanzerà della frolla, che può essere congelata per usi futuri).
Chiuidere bene i buchi in modo che la ricotta non fuoriesca.
Cuocere a 180° per 50 minuti circa.
Lasciare che la cassata intiepidisca prima di sformarla.
Aspettare che sia del tutto fredda per tagliarla, meglio se la si lascia riposare anche un giorno intero.
Spolverizzare di zucchero a velo.

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs