mercoledì 7 agosto 2019

DOLCI SOFFICI E GIORNATE TRA AMICI

In montagna ogni estate è ormai un rito organizzare una grigliata con gli amici tra il verde dei prati e dei boschi della zona di Ponte di Legno.
In queste occasioni preparo sempre un dolce, perché amo concludere questi pranzi con una bella fetta di torta e perché mi piace avere qualcosa senza glutine che io possa mangiare e condividere con gli altri.
Questa volta la grigliata è stata organizzata con pochissimo preavviso, avevo pochi ingredienti in casa, ma mi è venuta in mente questa ricetta di Fatto in casa da Benedetta, che io ho reso senza glutine e modificato secondo le mie esigenze, il mio gusto e le disponibilità della mia dispensa.


CIAMBELLA SOFFICE AGLI AGRUMI CON MANDORLE E CONFETTURA DI MELE COTOGNE 


INGREDIENTI:
3 uova 
150 g zucchero 
280 g farina senza glutine per dolci (io ho usato Mix Dolci Shar)
una fialetta Aroma Millefiori (certificato senza glutine)
una bustina di Lievito per torte (certificato senza glutine)
100 ml olio di semi di girasole
100 ml latte
Il succo e la scorza grattugiata di 1 arancia e di 1 limone 
60 g mandorle a lamelle
3-4 cucchiai di zucchero di canna
5-6 cucchiai di confettura di mele cotogne (certificato senza glutine)


Montare le uova con lo zucchero per qualche minuto.
Aggiungere l'olio di semi, il latte e la farina un po' alla volta, continuando a mescolare. 
Unire anche la scorza degli agrumi e la fialetta è il lievito.
Trasferire l'impasto in uno stampo a ciambella da 24cm imburrato e infarinato. 
Decorare con le mandorle a lamelle e lo zucchero di canna.
Infornare a 180°C per 30-35 minuti in forno ventilato o in forno statico a 190° per 30-35 minuti. 
Una volta pronta, lasciar raffreddare completamente la ciambella, poi tagliarla a metà con l'aiuto di un coltello, bagnare l’interno spennellandolo con un po’ di succo di limone e arancia.
Infine farcire la ciambella con la confettura di mele cotogne e richiuderla.

giovedì 1 agosto 2019

"SOFFICI" RICORDI E KRAPFEN CALDI A COLAZIONE

La ricetta di oggi è legata ad un “dolce” ricordo della mia infanzia. Le vacanze si trascorrevano in montagna, a Ponte di Legno, dove era una tradizione mangiare gli ottimi krapfen caldi del forno del paese.
Ora sono passati diversi anni, passo ancora parte dell’estate a Ponte di Legno, ma ho scoperto di essere celiaca e i krapfen del forno sono ormai un vecchio ricordo... non voglio però rinunciare a questi sapori speciali e decido di cimentarmi in una versione senza glutine di questi golosi dolci lievitati, che ci siamo gustati a colazione, insieme ad una bella tazza di the aromatico.
Ho trovato una ricetta di Maria Pina Zangardi nel gruppo Facebook La Pasta Madre e ho fatto alcune modifiche, ottenendo la mia versione.


KRAPFEN ALLA MARMELLATA


INGREDIENTI PER 6 pezzi:
250 g mix dolci lievitati Molino dalla Giovanna 
130 g latte
25 g burro morbido
50 g zucchero
sale
1 uovo
La buccia di mezzo limone
120 g lievito madre senza glutine*
Confettura di albicocche (certificata senza glutine)
Zucchero a velo (certificato senza glutine)

*in alternativa si possono usare 12 g di lievito di birra, ma si ridurranno i tempi di lievitazione

Sciogliere il lievito madre nel latte.
Aggiungere poi lo zucchero, l’uovo, la farina e la buccia di limone e impastare nella planetaria per 2 minuti.
Infine unire burro e sale e impastare ancora per alcuni minuti.
Creare una palla d’impasto, metterla in una ciotola, coprire con la pelliccia trasparente e far lievitare fino al raddoppio. Io l’ho lasciato tutta la notte a temperatura ambiente (8-9 ore a 23 gradi, ma dipende dalla temperatura dell’ambiente e dalla forza del vostro lievito). 
Su un piano infarinato lavorare leggermente il panetto, stendere con un mattarello allo spessore di circa 2 cm, ricavare 12 dischetti con un coppapasta o un bicchiere, mettere un cucchiaino di confettura di albicocche su metà dei dischetti e chiudere sovrapponendo con i restanti dischetti inumiditi sul bordo per farli aderire bene. 
Coprire con un telo bagnato e far lievitare ancora 2 ore. 
Friggere in olio caldo, scolare su carta assorbente e cospargere con lo zucchero a velo.

mercoledì 26 giugno 2019

UNA CREMOSA TENTAZIONE

Amo molto le cene con gli amici, i momenti di convivialità dove si condividono chiacchiere e cibo, soprattutto in estate, quando si può stare all'aperto.
I numerosi impegni di tutti a volte ci impediscono di organizzare questi eventi ogni volta che vorremmo, ma ogni tanto per fortuna ce la facciamo... io mi occupo sempre del dolce (a volte non solo di quello) e ogni volta mi piace proporre qualcosa di nuovo.
Quando ho letto questa ricetta me ne sono subito innamorata: cheesecake+Nutella... un abbinamento perfetto!
QUI trovate la ricetta originale. Ho mantenuto la ricetta originale, tranne per il fatto che l'ho preparata senza glutine e ho apportato qualche piccola variazione negli ingredienti e nella decorazione.


CHEESECAKE ALLA NUTELLA


INGREDIENTI per una torta da 24 cm di diametro:
Per la base

200 g biscotti secchi (certificati senza glutine)
110 g burro fuso
Per la crema
250 ml panna fresca
250 g mascarpone
200 g formaggio spalmabile (certificato senza glutine)
300 g Nutella (certificata senza glutine)
14 g gelatina in fogli (certificata senza glutine)
Per decorare
granella di nocciole (certificata senza glutine)
cioccolato fondente (certificato senza glutine)
lamponi


Per la base
Tritare i biscotti fino a ridurli quasi in polvere, poi aggiungerli al burro fuso.
Rivestire con carta forno il fondo e il bordo di una tortiera con cerniera da 24 cm. 
Versare il composto di biscotti e compattare per bene con il retro di un cucchiaio fino a formare una base compatta. Mettere la base della cheesecake a riposare in frigo per circa mezz'ora.

Per la crema
Mettere la gelatina in fogli in una ciotola con dell'acqua fredda per ammorbidirsi.
Montare leggermente la panna fresca, incorporare il mascarpone e il formaggio spalmabile fino ad ottenere una crema montata.
Come ultimo ingrediente aggiungere la Nutella e mescolare ancora un po'.
Strizzare la gelatina e farla sciogliere in un pentolino sul fuoco con 2-3 cucchiaini d'acqua. 
Incorporare la gelatina sciolta alla crema aiutandosi con lo sbattitore elettrico.

Tirare fuori la tortiera dal frigo e versare la crema sulla base dei biscotti. 
Sbattere un po' la tortiera per livellare la crema e mettere la cheesecake in frigo a rassodare per 3-4 ore.
Trascorso il tempo di riposo, aprire la cerniera della tortiera e sistemare la cheesecake su un piatto da portata e decorarla con granella di nocciole, cioccolato fondente fuso e qualche lampone.

venerdì 10 maggio 2019

CROSTATA DOLCE... NO, SALATA!

Il termometro sale e scende, le temperature esterne sono ancora ballerine...
Ieri però, grazie ad una serata un po' più calda delle altre, abbiamo colto l'occasione per inaugurare la stagione 2019 degli aperitivi in giardino! Si capisce che abbiamo tanta voglia di estate??? :-)
Per l'evento ho preparato questa crostata morbida che avevo in testa già da un po'. Una base soffice e saporita, grazie al formaggio nell'impasto, farcita con un mix di sapori e colori. Una preparazione semplice, saporita e d'effetto, promossa dai miei compagni di aperitivo! Credo che diventerà un piatto ricorrente nella mia cucina, ho già in mente diverse varianti per la farcitura...


CROSTATA MORBIDA MULTICOLORE... SALATA


INGREDIENTI per una tortiera da 24 cm di diametro:
Per la base
190 g farina senza glutine (io ho usato Mix Dolci Shar)
120 ml latte
75 g olio di semi di girasole
3 uova medie
50 g parmigiano o emmenthal grattugiato
12 g lievito per dolci e salati
un pizzico di sale
un pizzico di pepe nero macinato
Per la farcitura
300 g formaggio spalmabile tipo Philadelphia (certificato senza glutine)
100 g parmigiano grattugiato
150 g salmone affumicato a fette
15 pomodori datterino
una manciata di insalata songino o spinaci novelli
qualche noce spezzettata
qualche mora
pepe nero
olio extravergine d'oliva


In una ciotola sbattere le uova, l'olio, il latte, sale e pepe.
In una terrina setacciare la farina e il lievito, formando la fontana.
Versarvi al centro il contenuto della ciotola incorporando poco alla volta la farina.
Una volta ottenuto un composto omogeneo, aggiungere il parmigiano o emmenthal grattugiato.
Imburrare e infarinare uno stampo da crostata con incavo, di 24 cm di diametro. 
Versare l’impasto e cuocere in forno statico già caldo a 180° per 30-35 minuti.
Lasciar raffreddare, poi capovolgere su un piatto da portata.


Amalgamare il formaggio spalmabile con il parmigiano, fino ad ottenere una crema omogenea.
Riempire l'incavo della base di crema al formaggio.
Tagliare a metà i pomodorini e disporli in cerchio lungo la parte esterna della torta, poi fare un altro cerchio con delle roselline di salmone affumicato, poi riempire la parte centrale con un po' di insalata.
Distribuire qualche noce spezzettata e qualche mora sopra all'insalata.
Poco prima di servire, cospargere con un po' di pepe nero macinato e un filo d'olio extravergine.

mercoledì 20 marzo 2019

L'ASPETTO NON CONTA

Ieri, per la festa del papà, ho preparato insieme a Lorenzo un dolce speciale per papà Alessio. Uno dei suoi dolci preferiti, semplice e veloce. Niente di sontuoso, un dolce che definirei "brutto ma buono", ma che con il suo gusto ci porta lontano, facendo riaffiorare i ricordi di diversi viaggi passati, soprattutto di questo.
Si tratta dell'Umm Ali, un dolce arabo che non è altro che una sorta di budino di pane e frutta secca molto saporito e goloso. Non fatevi ingannare dall'aspetto, come dire, un po' disordinato e poco elegante... è una vera squisitezza, con la cremina dolce e la nota croccante... provare per credere!


UMM ALI


INGREDIENTI per 6 persone:
1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine già pronta (circa 250 g)*
7 cucchiai di zucchero
60 g cocco grattugiato
35 g pistacchi
35 g mandorle
70 g uvetta
500 g panna
350 ml latte
Scorza di 1/2 limone grattugiata
Scorza di 1/2 arancia grattugiata
Un cucchiaino di estratto di vaniglia (certificato senza glutine o fatto in casa)
Noce moscata
Sale
Pepe
Olio di semi

*In alternativa alla pasta sfoglia si può usare del pane... la prossima volta proverò quella versione


Stendere la pasta sfoglia, cospargerla con 2 cucchiai di zucchero e un pizzico di noce moscata, poi cuocerla a 180°C per 15-20 minuti, finché sarà ben dorata. 
Farla raffreddare e spezzettarla grossolanamente.
Mescolare insieme cocco grattugiato, uvetta, pistacchi e mandorle tritati.
In una teglia da 20x20 cm (o in 6 cocottine monoporzione) leggermente unta con olio di semi alternare strati di pasta sfoglia e di mix di frutta secca.
Portare a bollore il latte con la panna, 3 cucchiai di zucchero e la vaniglia.
Appena bolle, versare nella teglia.
Cospargere il tutto con 2 cucchiai di zucchero e infornare a 200°C per circa 20 minuti, fino a quando non si forma una bella crosticina dorata.
Servire tiepido.

giovedì 14 marzo 2019

ARIA DI PRIMAVERA IN CUCINA

Ogni tanto riemergo dalla mia vita frenetica per dedicarmi al mio blog e presentarvi una nuova ricetta.
Oggi ho voglia di primavera e di fiori che sbocciano, basta con il freddo dell'inverno.
Vi presento una torta salata saporita e perfetta per un pic-nic primaverile...anche nella forma!
Si tratta di un'idea trovata sul web, che ho farcito secondo il mio gusto e la disponibilità degli ingredienti... si presta comunque a numerose varianti. La prossima volta proverò con carciofi e prosciutto cotto o asparagi e speck insieme alla ricotta.


GIRASOLE DI SFOGLIA CON PORRI, RICOTTA E SPINACI


INGREDIENTI:
2 rotoli di pasta sfoglia rotonda senza glutine
500 g ricotta
500 g spinaci freschi
2 porri grandi
100 g Grana Padano grattugiato
2 uova medie
un pizzico di noce moscata
Olio extravergine d'oliva
Sale
Pepe
Semi di sesamo
1 tuorlo e  1 cucchiaio di latte (per spennellare)


Tritare i porri e stufarli in padella con un filo d'olio.
Nella stessa padella far appassire gli spinaci con un filo d'olio, finché saranno morbidi e asciutti, poi tritarli con un coltello.
Un una ciotola unire gli spinaci, i porri, la ricotta, il Grana Padano, le uova, la noce moscata, sale e pepe; mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.


Stendere il primo disco di pasta sfoglia su una teglia rivestita di carta da forno.
Segnare il centro della sfoglia con una ciotola e distribuire una parte del ripieno al centro, in modo da creare un cerchio, e la rimanente sul bordo, lasciando libero un 1 cm dal bordo e un anello di 4-5 cm a cavallo del segno fatto. 
Spennellare con poca acqua gli spazi vuoti e coprire con il secondo rotolo di sfoglia e pressatela sul bordo esterno e al centro in corrispondenza del segno fatto in precedenza con la ciotola.
Spennellate la sfoglia con tuorlo e latte mischiati.


Porre la ciotola sopra alla porzione centrale del ripieno, premere leggermente e tagliare la torta in 4 parti con un coltello affilato.
Suddividere ciascuna di esse in 5 parti, così da ottenere 20 petali. Girare delicatamente ciascun petalo in modo che la sezione con il ripieno sia verso l’alto.
Rimuovere la tazza, cospargere la parte centrale con i semi di sesamo. Cuocere in forno caldo a 190°C per circa 40 minuti.

Non sentite anche voi un'allegra aria di primavera in cucina?

mercoledì 30 gennaio 2019

RICETTE DELLA TRADIZIONE, SAPORI D'ALTRI TEMPI

Una ricetta della tradizione, perfetta per le fredde domeniche invernali. Un piatto corposo, da servire con la polenta e un buon vino rosso di corpo e a cui far seguire una pennichella sul divano.
Un piatto povero, con una lunga tradizione, da preparare solo dopo che le verze hanno preso la prima gelata, una preparazione lunga che sa di festa e convivialità.
A casa mia si prepara 1 o 2 volte all'anno, quando ci sono ospiti che sappiamo possano gradire questi gusti decisi. 


CASSOEULA


INGREDIENTI per 4-5 persone:
750 g verze
500 g costine di maiale
150 g cotenne di maiale pulite, raschiate e lavate
8-10 verzini (piccoli salamini freschi)
1 piedino di maiale puliti, raschiato e lavato (facoltativo)
1 orecchia di maiale pulita, raschiata e lavata (facoltativa)
1 carota piccola
1 gambo di sedano
1 cipolla piccola
25 g burro
1/2 bicchiere vino bianco secco
200 g salsa di pomodoro
Brodo di carne
Sale
Pepe


Far bollire per circa un’ora, in una pentola con acqua bollente le cotenne e, se si usano, il piedino di maiale tagliato a metà e l'orecchia. 
A fine cottura scolare e tagliare a strisce cotenna e orecchia. 
Nel frattempo pulire la verza, tagliarla a pezzi grossolanamente e cuocerla in acqua bollente per circa 10 minuti. 
In una padella antiaderente far rosolare i verzini dopo che averli forati con una forchetta. 
In un casseruola grande far rosolare le costine con il burro per circa 10 minuti, poi toglierle dalla pentola e tenerle da parte. 
Nella stessa pentola soffriggere cipolla, sedano e carota tritati, quindi aggiungere la carne. 
Versare il vino bianco e farlo sfumare. 
Aggiungere un mestolo di brodo, il sale e il pepe, poi rimescolare il tutto. 
Aggiungere la verza e la salsa di pomodoro, mettere il coperchio e lasciar cuocere a fuoco molto basso per circa 2 ore, controllando che non si attacchi al fondo (nel caso aggiungere altro brodo). 
Servire ben calda, eventualmente accompagnata con della polenta.
LinkWithin Related Stories Widget for Blogs