venerdì 18 gennaio 2019

PROFUMO DI CASTAGNE E DI CAMINETTO ACCESO

Era da un po' che mi ero segnata questa ricetta.
Amo il sapore delle castagne e i dolci con questo ingrediente attirano spesso la mia attenzione. Quando ho scoperto questi biscotti mi hanno subito incuriosita, semplici negli ingredienti e belli da vedere... e non avete idea del profumo che sprigionano! Il mix di castagna e zucchero di canna lievemente caramellato è il top... se poi ci aggiungiamo anche un po' di cioccolato gianduia la cosa si fa ancora più interessante, provare per credere!
Uno snack perfetto per i freddi pomeriggi invernali, un ottimo compagno dei miei pomeriggi durante le feste, davanti al caminetto accesso e insieme ad una bella tazza di the fumante.
Grazie mille Annalisa per questa bella ricetta, che io ho solo leggermente modificato.


TORCETTI E BOTTONI AL CIOCCOLATO CON FARINA DI CATAGNE


INGREDIENTI per circa 15 torcetti e 15 bottoni al cioccolato:
250 g farina di castagne (certificata senza glutine)
200 Mix per crostate e biscotti Molino dalla Giovanna
130 g zucchero di canna chiaro + q.b. per decorare
3 albumi
2 tuorli
60 g olio di semi di mais
30/40 ml latte (dipenderà dalla grandezza delle uova)
8 g lievito per dolci (certificato senza glutine)
1 pizzico di sale
mezzo cucchiaino di essenza pura di vaniglia (certificata senza glutine)
Cioccolato gianduia (certificato senza glutine)


Nella planetaria (o a mano) miscelare le farine con il lievito, lo zucchero, il sale, poi unire l'olio e la vaniglia lavorando a media velocità quindi unire i tuorli uno alla volta e fare lo stesso per gli albumi aggiungendo il successivo solo quando il precedente sarà assorbito completamente.
Sempre lavorando, versare il latte a filo considerando che l'impasto dovrà avere la consistenza di una pasta frolla. 


Compattare l'impasto e coprirlo con pellicola trasparente riponendolo in frigorifero per circa 2 ore. Non cambierà la consistenza poiché non c'è burro all'interno ma il tempo di riposo servirà a far amalgamare meglio i sapori.


Preriscaldare il forno a 190°C statico.
Riprendere l'impasto e stenderlo su una spianatoia leggermente infarinata.
Staccare dei piccoli pezzi, con metà formare dei filoncini e unirli a formare dei torcetti; con l'altra metà ricavare delle palline, schiacciarle e posizionare un cubetto di cioccolato.
Passare i biscotti così ottenuti nello zucchero di canna.
Disporre i biscotti su una teglia da forno e cuocere per circa 20-25 minuti.

venerdì 21 dicembre 2018

ARIA DI FESTA

Complice la dieta (quasi) ferrea di questi ultimi mesi, era da un po' che non mi cimentavo nella realizzazione di una torta speciale, una di quelle che si preparano nelle occasioni importanti, quelle con effetto wow...
Ma come ogni dicembre, è arrivato il compleanno di mio marito e ho voluto preparare un dolce che potesse soddisfare i suoi gusti. Per questo ho pensato ad una torta red velvet... il Natale è vicino e un dolce rosso e bianco ci sta proprio bene!
Ho usato la ricetta di questi cupcake ormai collaudati, trasformandoli in una torta e "alleggerendo" il frosting con della panna montata.


RED VELVET CAKE


INGREDIENTI per una torta da 22 cm di diametro:
Per la base
160 g farina di riso sottilissima (certificata senza glutine)
60 g fecola di patate (certificata senza glutine)
30 g maizena (certificata senza glutine)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 g cacao amaro (certificata senza glutine)
110 g di burro morbido
300 g di zucchero
3 uova medie
1 cucchiaio di colorante rosso (certificata senza glutine)*
240 ml yogurt bianco naturale
1 cucchiaino da caffè di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato

Per la farcitura
300 g di formaggio cremoso tipo Philadelphia
75 g di zucchero a velo (certificata senza glutine)
270 g di cioccolato bianco (certificato senza glutine)
250 g panna montata
4-6 cucchiai di marmellata di fragole (certificata senza glutine)
7-8 fragole

*Io ho usato QUESTO...fantastico!!!! Dona un bellissimo colore rosso che non si perde in cottura!



Per la base
In un recipiente mescolare le farine, il sale e il cacao.
In un'altra ciotola capiente montare per 2-3 minuti il burro, quindi aggiungere lo zucchero e montare per altri 3 minuti. 
Aggiungere una alla volta le uova medie e montare per 30 secondi dopo ogni aggiunta.
A parte mescolare il colorante rosso con lo yogurt e aggiungerlo gradualmente al composto di burro e uova alternandolo con le farine. 
Procedere poco per volta continuando a montare e alla fine aggiungere l'estratto di vaniglia e amalgamare.
Versare in una tazzina l'aceto e il bicarbonato, mescolare brevemente e versare il tutto nell'impasto, amalgamando bene con una spatola.
Versare l'impasto in 3 tortiere da 22 cm di diametro e cuocere a 175° per 20-25 minuti.



Per la farcitura
In una ciotola lavorare per 2 minuti con le fruste elettriche il formaggio cremoso e lo zucchero a velo.
Far fondere al microonde 250 g di cioccolato bianco.
Quando sarà morbido, mescolare brevemente con un cucchiaio per eliminare eventuali grumi, quindi versare nel composto di formaggio e amalgamare bene.
Aggiungere delicatamente la panna montata, con movimenti dal basso verso l'alto.


Comporre il dolce
Tagliare a metà le fragole, togliere il picciolo, decorare con 20 g di cioccolato bianco fuso a bagnomaria o nel microonde, poi far rassodare in frigo.
Posizionare il primo strato di torta sul piatto da portata, farcirlo con 2-3 cucchiai di marmellata di fragole, poi con uno strato di crema alto circa 2 cm.
Posizionare sopra il secondo strato di torta, premere leggermente, poi farcirlo con 2-3 cucchiai di marmellata di fragole, poi con uno strato di crema alto circa 2 cm.
Posizionare sopra il terzo strato di torta, premere leggermente, poi ricoprire la superficie con uno strato di crema di circa 1 cm.


Decorare la superficie della torta con le fragole preparate e dei ciuffetti di crema, utilizzando una sac-a-poche con bocchetta a stella.
Aggiungere dei ciuffetti di crema anche lungo la base della torta.

martedì 18 dicembre 2018

SON SODDISFAZIONI...

Finalmente mi sono decisa a rifare il lievito madre, utilizzando lo stesso procedimento che avevo seguito tempo fa, con grande successo.
E' nato un lievito bello attivo, che mi sta dando tante soddisfazioni!
Tra le varie preparazioni di questo periodo, ho deciso di provare questa ricetta, preparando un pane che ho incontrato diverse volte nei miei viaggi, ma mai in versione senza glutine purtroppo.
QUI la ricetta originale, con qualche modifica da parte mia.


MANAKISH SENZA GLUTINE CON LIEVITO MADRE


INGREDIENTI per circa 12 focaccine:
320 g acqua
1 cucchiaino di miele
4 g sale
2 cucchiai di olio d’oliva
un mix di spezie ed erbe aromatiche essiccate, composto da un bel pizzico di rosmarino, timo, salvia, anice, pepe, sesamo
olio d’oliva e acqua per spennellare


GIORNO 1
La mattina rinfrescare il lievito madre e aspettare che raddoppi di volume.
Prelevare la quantità che serve e riporre il resto in frigo.
La sera diluire il lievito madre nell'acqua e aggiungere il miele.
Versare il mix e impastare per bene in modo da rimuovere tutti i grumi ed avere una pasta liscia e appiccicosa.
Infine incorporare il sale e l’olio d’oliva.
Ungere la ciotola, riporre al suo interno l’impasto e coprire la ciotola con pellicola.
Lasciare l’impasto a temperatura ambiente (circa 18-20°) per tutta la notte.


GIORNO 2
La mattina riprendere l'impasto, lavorarlo leggermente su un piano infarinato con farina di riso, dividerlo in 12 pezzi da circa 50 grammi l’uno e ricavarne delle palline lisce.
Mettere le palline sulla leccarda ricoperta di carta da forno infarinata e lasciar lievitare un paio d'ore, coperte con la pellicola trasparente.
Scaldare il forno a 200°C con la pietra refrattaria all'interno (oppure con la leccarda da forno).
Appiattire ogni pallina con le mani infarinate e farne un disco alto circa 1 cm.
Lasciar lievitare ancora 30 minuti coperti da pellicola, mentre il forno si scalda.
Affondare le dita nella pasta delle focaccine in modo da creare dei buchi, ungere la superficie con un mix di acqua e olio d’oliva e spolverare generosamente con il mix di spezie ed erbe aromatiche.
Cuocere le focaccine per circa 20 minuti.


mercoledì 5 dicembre 2018

DOLCI TENTAZIONI IN SLOW COOKER

Ormai adoro la mia Slow Cooker!
Si tratta di una una speciale pentola elettrica per la cottura a bassa temperatura, che cuoce molto lentamente senza raggiungere i 100°C. Oltre a ottenere piatti succosi e carni morbidissime, permette di "dimenticarla" durante la cottura e tornare a casa di sera con un buon profumino e la cena pronta.
C'è chi usa la Slow Cooker quasi per tutto, dall'antipasto al dolce, io ho voluto cimentarmi per la prima volta nella preparazione di una torta... risultato molto soddisfacente! Ne è uscito un dolce umido, morbido e super cioccolatoso, simile ad un brownie.
Sono partita da questa ricetta, trasformandola nella mia versione senza glutine con qualche piccolo aggiustamento.


TORTA CIOCCOLATO E NOCCIOLE IN SLOW COOKER


INGREDIENTI:
120 g cioccolato fondente (certificato senza glutine)
60 g burro
2 uova
120 g zucchero di canna
60 g cacao (certificato senza glutine)
160 g Mix Dolci Shar
1 bustina di lievito per dolci (certificato senza glutine)
un bicchierino di latte
30 g granella di nocciole (certificata senza glutine)

Qui la torta prima della cottura...

In un pentolino sciogliere 70 g di cioccolato con il burro e lasciar intiepidire.
A parte montare le uova con lo zucchero, unire il cioccolato e la farina setacciata con cacao e lievito. 
Aggiungere un bicchierino di latte per rendere più morbido il composto.
Disporre un foglio di carta forno bagnato nella Slow Cooker, versare l'impasto, coprire con 50 g di cioccolato tritato grossolanamente e la granella di nocciole.
Far cuocere a temperatura LOW per 1 ora e 30 minuti circa.

mercoledì 24 ottobre 2018

FIERE, LAVORO E BACCALA'

Ogni anno in questo periodo passo una settimana Vicenza per lavoro, come espositore alla fiera Abilmente.Le giornate sono dure, lunghe e faticose, ma la sera non i toglie nessuno il piacere di una bella cenetta a base di piatti locali, tra cui il baccalà.
Lo so, a Vicenza c'è il baccalà alla vicentina, come da ricetta della Confraternita, ma ammetto che in quel modo non lo amo molto, preferisco invece quello mantecato tipico veneziano, che comunque si trova spesso nei ristoranti della zona.
Ora ho voluto sperimentare a casa questa ricetta che amo molto. Ho scelto questa ricetta, riducendo solo un po' l'olio.


BACCALA' MANTECATO CON CROSTINI DI POLENTA


INGREDIENTI per 3-4 persone:
800 g stoccafisso ammollato
200 ml latte
180 ml olio extravergine d'oliva
Prezzemolo
Sale
Pepe
Polenta bianca o gialla cotta, fatta raffreddare su un vassoio e e tagliata a rettangoli


Mettere lo stoccafisso per almeno 24 ore in ammollo in acqua, cambiandola spesso.
Trascorso questo tempo tagliarlo a pezzi, metterlo in un tegame coprendolo con acqua fredda e il latte, salare leggermente e portare a ebollizione, schiumando di tanto in tanto.
Cuocere il baccalà per circa 20-25 minuti, fino a che sarà ben cotto e tenero.
Scolare il baccalà e pulirlo, privandolo delle lische e della pelle, poi ridurlo a pezzettini e metterlo in una ciotola.
Con un cucchiaio di legno (o meglio ancora nella ciotola della planetaria, usando la frusta a foglia), mescolare energicamente il baccalà, aggiungendo l’olio a filo.
Continuare a mescolare fino ad ottenere una crema compatta e omogenea, di aspetto lucido e con ancora qualche pezzo intero.
Aggiustare di sale e di pepe e aggiungere il prezzemolo e l'aglio tritati. 
Servire con crostini di polenta grigliati.

venerdì 13 luglio 2018

SAPORI E RICORDI

Da un po' di tempo avevo accantonato la mia pentola tajine, in attesa di una ricetta sfiziosa da provare. Mi piace molto la cucina marocchina e l'accostamento di gusti dolci e salati.
Per caso mi sono imbattuta in questa ricetta e ho subito deciso di provarla, apportando solo piccole modifiche.
Con questo piatto sono tornata per un attimo nelle affollate e chiassose viuzze del centro di Marrackech, visitata qualche mese fa. Che bello quando sapori e profumi evocano ricordi speciali!


TAJINE DI POLLO E ALBICOCCHE CON COUS COUS AROMATICO


Per la tajine
3 cosce di pollo con sovracosce, senza pelle e osso (800 g circa)
1 cipolla rossa
2 pomodori medi
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di curcuma
1 pezzo di zenzero fresco (circa 2,5 cm)
2 cucchiaini di miele
100 g albicocche secche
2 stecche piccole di cannella
olio extra vergine d’oliva
200 ml circa di brodo di pollo
sale
pepe
Per il cous cous
150 g cous cous di mais senza glutine
acqua in pari volume rispetto al cous cous
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
una manciata di prezzemolo
10 foglie di menta
qualche filo di erba cipollina
un mazzetto di origano fresco
succo e buccia di mezzo limone
sale


Affettare la cipolla e disporla sul fondo della tajine.
Sbucciare l’aglio, inciderlo e metterlo intero sopra le cipolle (se si preferisce si può tritarlo).
Tagliare i pomodori a cubetti e metterli sopra alle cipolle.
Irrorare con tre o quattro cucchiai d’olio.
Tagliare il pollo a dadini, metterlo in una ciotola e unire sale, pepe, curcuma, miele e zenzero grattugiato e mescolare bene per ricoprire. 
Disporre il pollo sopra i pomodori.
Mettere sopra la cannella e le albicocche tagliate in quattro parti.
Versare il brodo e chiudere con il coperchio.
Mettere la tajine su fuoco basso con uno spargifiamma e lasciar cuocere per circa 1 ora e 30 minuti.


Poco prima di servire preparare il cous cous.
Far bollire l'acqua con un pizzico di sale e un filo d'olio, poi togliere dal fuoco e versare il cous cous.
Coprire con un coperchio e far riposare almeno 5 minuti,
Tritare le erbe aromatiche e unirle al cous cous insieme al succo e alla buccia grattugiata di mezzo limone.
Mescolate bene e servite con la tajine.

venerdì 15 giugno 2018

SBOCCIANO I FIORI IN CUCINA

Un biscotto semplice e delicato, dai sapori originali.
Ho arricchito l'impasto con fiori essiccati... profumo e gusto assicurati!

Questa ricetta fa parte del libro "Ricette in barattolo", una raccolta di ricette (tutte anche in versione senza glutine) e progetti di craft e decorazione, scritto a 4 mani con Marta Anzolla.


BISCOTTI FLOREALI


INGREDIENTI per 30 biscotti:
375 g Preparato speciale per pasta frolla Molino dalla Giovanna
100 g zucchero a velo (certificato senza glutine)
120 g burro morbido
2 uova
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaio di fiori di camomilla essiccati, tritati
1 cucchiaio di fiori di malva essiccati, tritati
1 cucchiaio di fiori di rosa essiccati, tritati


Con un coltello aprite il baccello di vaniglia e raschiate i semini all’interno.
Aggiungete ai semi di vaniglia, i fiori di camomilla, malva e rosa, il burro ammorbidito, le uova, lo zucchero e la farina, impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido, ma compatto.
Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per 45 minuti.


Togliete dal frigorifero e con il mattarello stendete la pasta su un piano infarinato, fino ad ottenere uno spessore di 5 mm.
Tagliate i biscotti con un tagliapasta a forma di fiore e metteteli su una teglia precedentemente coperta con un foglio di carta forno.
È consigliato un tagliapasta con diametro circa 6 cm.
Cuocete a 170°C per 15-20 minuti.



LinkWithin Related Stories Widget for Blogs