lunedì 20 aprile 2015

IL SAPORE DEI RICORDI

A me capita spesso che un sapore o un profumo mi facciano tornare alla mente ricordi di momenti vissuti. Questo è accaduto anche con questi biscottoni, che mi hanno riportato al viaggio della scorsa estate, dove prelibatezze gluten free come queste si trovavano con grande facilità...
Forse la migliore ricetta di cookies trovata finora: croccanti, saporiti e versatili... ho già in mente qualche sostituzione per creare nuove versioni! ;-)
La ricetta arriva da questo blog.


COOKIES AI DUE CIOCCOLATI E NOCCIOLE


INGREDIENTI per 25 biscotti di 10 cm di diametro:

170 g amido di mais (certificato senza glutine)
50 g fecola di patate (certificata senza glutine)
100 g farina di riso (certificata senza glutine)
60 g farina di mais finissima (certificata senza glutine)
5 g xantano
185 g burro morbido
85 g zucchero semolato
85 g zucchero di canna
100 g cioccolato al latte (certificato senza glutine)
100 g cioccolato fondente (certificato senza glutine)
1 uovo + 1 tuorlo
5 g lievito in polvere per dolci (certificato senza glutine)
5 g bicarbonato
un pizzico di sale
80 g nocciole
una bacca di vaniglia



Nella planetaria lavorare il burro morbido, aggiungere i due tipi di zucchero e il sale e lavorarli fino a ottenere una crema.
Sbattere leggermente l’uovo e il tuorlo e aggiungerli al composto, insieme ai semi della bacca di vaniglia.
In una ciotola a parte mescolare gli ingredienti secchi: amido di mais, fecola, farine, xantano, lievito, bicarbonato.
Aggiungere gli ingredienti secchi al composto e mescolare. 
Per ultimo aggiungere il cioccolato a pezzetti e le nocciole tritate con il coltello.
Impastare per bene il tutto, formare un salsicciotto di 10 cm di diametro e riporlo in frigo per almeno 30 minuti avvolto nella carta forno.
Per formare i biscotti tagliare delle fette di circa 5 mm di spessore e posizionarle, un po’ distanziate tra loro sulla carta forno.
Cuocere a 180°C per 25-30 minuti o fino a quando saranno leggermente dorati.



ENGLISH VERSION:

Often a taste or a smell maks me going back memories of moments of my life. This happened even with these biscuits, that brought me back to my last summer trip, where it was so easy to find gluten free treats...
Perhaps the best recipe for cookies found so far: crispy, tasty and versatile... I have in mind some substitution to create new versions! ;-)
The recipe comes from this blog.


DOUBLE CHOCOLATE AND HAZELNUT COOKIES


INGREDIENTS for 25 cookies of 10 cm:
170 g corn starch (certified gluten free)
50 g potato starch (certified gluten-free)
100 g rice flour (certified gluten-free)
60 g fine corn flour (certified gluten-free)
5 g xanthan
185 g soft butter
85g caster sugar
85 g brown sugar
100 g milk chocolate (certified gluten-free)
100 g dark chocolate (certified gluten-free)
1 egg + 1 yolk
5 g baking powder (certified gluten-free)
5 g baking soda
a pinch of salt
80 g hazelnuts
vanilla bean


Whip the soft butter, add sugar and salt and work them until creamy.
Lightly beat the egg and egg yolk and add to the mixture, add also the seeds of the vanilla bean.
In a separate bowl mix the dry ingredients: corn starch, potato starch, flour, xanthan gum, baking powder, baking soda.
Add the dry ingredients to the mixture and stir.
Finally add the chopped chocolate and chopped hazelnuts.
Knead, form a "sausage" of 10 cm in diameter and place in the refrigerator for at least 30 minutes, wrapped in parchment paper.
Cut slices of approximately 5 mm in thickness and put them on the baking tray covered of baking paper.
Bake at 180°C for 25-30 minutes or until they are lightly browned.

lunedì 16 marzo 2015

RITORNIAMO AI FORNELLI... RISOTTINO SFIZIOSO!

Dopo tanto parlar di viaggi, si ricomincia con le ricette!

RISOTTO CON ZUCCA, PESCE SPADA E MELOGRANO


INGREDIENTI per 2 persone:
150 g riso Carnaroli
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco
4 cucchiai di purea di zucca
3 cucchiai di chicchi di melograno
50 g pesce spada affumicato, tagliato a pezzettini
brodo
olio extravergine di oliva
burro


Tagliare finemente lo scalogno e farlo soffriggere con un cucchiaio d'olio.
Aggiungere il riso, farlo tostare per 2 minuti, poi sfumare con il vino.
Aggiungere la purea di zucca e il brodo, un mestolo alla volta, fino a cottura.
Alla fine mantecare con una noce di burro.
Appena prima di servire aggiungere il pesce spada affumicato e il melograno (tenere da parte un po' di entrambi per la decorazione) e mescolare bene.
Impiattare il risotto, decorare con pesce spada e melograno rimasti e servire.


ENGLISH VERSION:

RISOTTO WITH PUMPKIN, SWORDFISH AND POMEGRANATE



INGREDIENTS for 2:

150 g Carnaroli rice
1 shallot
1/2 glass of white wine
4 tablespoons pumpkin puree
3 tablespoons pomegranate seeds
50 g smoked swordfish, cut into small pieces
broth
extra virgin olive oil
butter


Finely chop the shallot and cook it with a tablespoon of oil.
Add the rice and cook it for 2 minutes, then add the wine.
Wait 2 minutes, then add the pumpkin puree and broth, a ladle at a time, until cooked.
At the end stir in a knob of butter.
Just before serving add the smoked swordfish and pomegranate (keep aside a little of both for decoration) and mix well.
Serve the risotto,  decorate with the remaining swordfish and pomegranate and serve.

venerdì 27 febbraio 2015

BRITISH COLUMBIA E CANADIAN ROCKIES - AGOSTO 2014 (parte quarta)

Eccoci con l'ultima parte del mio luuuuungo racconto di viaggio...poi si ricomincia a cucinare, promesso!
QUI, QUI e QUI trovate le prime 3 puntate.

17° giorno - VICTORIA - UCLUELET
Lasciamo Victoria e percorriamo al Vancouver Island verso Ucluelet. La strada è scorrevole e ad un certo punto si addentra nelle foreste del centro dell'isola.
Ci fermiamo per una sosta a Cathedral Grove, sito turistico ricco di alberi secolari, altissimi e con grandi tronchi. il più vecchio ha circa 800 anni.










Proseguiamo il nostro tragitto, lungo il quale troviamo uno spettacolare punto dove il fiume ha scavato le rocce per 3-4 m, formando delle pozze dove diverse persone fanno il bagno. Decidiamo di fermarci per una passeggiata.





Arriviamo infine a Ucluelet, dove sbrighiamo le formalità per l'ingresso nel campeggio, il WYA POINT RESORT, poi ci dirigiamo verso il centro del paese (se così si può definire...) per una passeggiata e la cena.



18° giorno - UCLUELET - TOFINO
Oggi ci aspetta un'escursione in barca per avvistare le balene!
Ci spostiamo a Tofino, dove però scopriamo subito che è difficile trovare posto, quindi ci spostiamo a Ucluelet, dove troviamo una barca che parte poco dopo. E' possibile scegliere tra 2 tipi di escursione: quelle con piccole barche o quelle con gli "zodiac" piccoli gommoni che si avvicinano molto di più agli animali, per poterli ammirare meglio. Questo secondo tipo di imbarcazione però non è adatta per bambini, quindi siamo obbligati a scegliere l'altra.
Durante l'uscita di quasi 3 ore vediamo foche, trichechi e le bellissime coste della zona. 









Le balene arrivano verso la fine dell'escursione, ma riusciamo a vederle solo da lontano. 



Con un po' di delusione torniamo al porto e ci dirigiamo di nuovo verso Tofino, per una passeggiata e per la cena. Sul lungomare troviamo l'Ice House Oyster Bar, dove mangiamo un piattone misto di granchio, capesante, gamberi e cozze. Buonissimo!


Dopo cena ci dirigiamo verso il nostro campeggio: il GREEN POINT CAMPGROUND, senza servizi, ma immerso nella foresta e vicino alla spiaggia.

19° giorno - TOFINO - VANCOUVER
Oggi lasciamo la Vancouver Island, non prima però di una tappa alla famosa Long Beach, spiaggia amata dai surfisti. L'atmosfera è bellissima: c'è un po' di nebbia (pare che su questa spiaggia sia sempre presente!) che rende il paesaggio molto suggestivo.






Dopo qualche foto e una passeggiata, è tempo di partire per raggiungere Nanaimo, dove prenderemo il traghetto per Vancouver. Riusciamo a prendere quello delle 17.45 e dopo 2 ore di tragitto arriviamo a destinazione. In pochi minuti raggiungiamo poi il nostro ultimo campeggio, PARKCANADA RV PARK. E' molto comodo, perché vicino al noleggio dove domani mattina dovremo riconsegnare il camper, ma assolutamente scadente! Più che un campeggio lo definirei un parcheggio, visti gli spazi!

20° giorno - VANCOUVER
La mattina riconsegniamo il camper e con un taxi raggiungiamo Downtown Vancouver e il nostro hotel: il Fairmont Waterfront. Si trova in una buona posizione, centrale rispetto alle diverse attrazioni della zona. Per pranzo scegliamo il ristorante giapponese Miku, proprio davanti al nostro hotel. Il locale è molto carino e frequentato, con diverse proposte gluten freen nel menù. Dal nostro posto al sushi bar ci godiamo anche la preparazione delle diverse specialità. I piatti di sushi e i dolci che ordiniamo sono davvero ottimi!
Nel pomeriggio facciamo un giro a Gastown, il centro storico della città (bel quartiere, ma pieno di senzatetto e facce poco raccomandabili).





Ci spostiamo sul lungomare per una passeggiata.












Torniamo in albergo nel tardo pomeriggio e, dopo un po di relax in piscina, usciamo di nuovo per la cena al Cardero's, uno dei ristoranti del porto, che offre diverse specialità di pesce davvero ottime. Per me ostriche in pastella di mais e capesante alla griglia...tutto gluten free!

21° giorno - VANCOUVER

Anche se il tempo non è dei migliori programmiamo una gita a Stanley Park in bicicletta. Noleggiamo 2 biciclette, una normale e una doppia, quasi un tandem, adatta per bambini.


Arriviamo al Vancouver Aquarium proprio quando inizia a piovere.


Visitiamo tutte le aree dell'acquario, assistiamo agli spettacoli di delfini e beluga e vediamo un film 4D sulla vita marina, mentre fuori c'è un bell'acquazzone.







Quando usciamo ha smesso di piovere, riprendiamo le bici e facciamo tutto il giro del parco, fermandoci qua e la per una foto.





Riportiamo le biciclette al noleggio e torniamo in hotel per un po' di relax nell'idromassaggio.
Per cena abbiamo prenotato un tavolo al ristorante Lift sul mare. Le nostre aspettative non sono deluse: il ristorante si rivela ottimo. Per me capesante alla piastra, sushi di astice e creme brulè... tutto senza glutine ovviamente!

22° giorno - VANCOUVER

Ci svegliamo con la pioggia (ora capiamo perché Vancouver è chiamata scherzosamente "Raincouver"!!!). Dolo la colazione decidiamo di acquistare il biglietto giornaliero del Vancouver Trolley, un autobus in stile vintage che percorre tutta la città, con circa 35 tappe.
Ci fermiamo all'H.R. Macmillan Space Center, dove visitiamo il museo e assistiamo ad un avvincente spettacolo sull'atterraggio sulla luna e su altre imprese spaziali.




Tappa successiva Granville Island, piccola isola di Vancouver ricca di vita, negozi, locali e il famoso mercato al coperto. Giriamo un po' tra le viuzze, pranziamo a base di pesce e visitiamo il Public Market.








Riprendiamo il Trolley che conclude il suo giro panoramico e ci riporta all'hotel.

23° giorno - VANCOUVER - MILANO

Giornata all'insegna del relax. Visto che ci attende un lungo volo di ritorno, ci svegliamo con calma e facciamo una breve passeggiata, poi ci dirigiamo verso il Fly Over Canada, attrazione 4D proprio davanti al nostro hotel, che fa provare l'esperienza di "volare" sopra ai più bel paesaggi canadesi. In realtà all'inizio siamo un po' scettici, diciamo che ci sembra un modo per passare il tempo...ma dobbiamo ricrederci! Davvero molto bello e realistico!!!
Dopo un'altra breve passeggiata è giunta l'ora di prendere il taxi e dirigerci all'aeroporto. In serata prendiamo l'aereo per Londra e poi quello per Milano.

Questa è stata la 4° vacanza in Canada, forse la più bella! La British Columbia e le Canadian Rockies meritano davvero!

NOTA SULL'ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE: questa zona e un po' tutto il Canada è un paradiso! Nei ristoranti basta chiedere, sono tutti informati e spesso hanno addirittura un menù dedicato. Nei supermercati si trovano tantissimi prodotti confezionati, surgelati e anche freschi.

NOTA SUL VIAGGIO CON BAMBINI: è una vacanza consigliatissima, a contatto con la natura, ricca di stimoli ed esperienze nuove. Mio figlio (5 anni) si svegliava ogni mattina chiedendo "Quale sarà  l'avventura di oggi?".
LinkWithin Related Stories Widget for Blogs